Si apriranno ufficialmente sabato 8 dicembre le molte iniziative che il Comune di Casale Monferrato ha organizzato per le festività natalizie 2012. Eventi che cercheranno di coinvolgere e portare in città il maggior numero di persone, per offrire loro non solo svago e divertimento, ma anche momenti culturali.

Il fulcro delle festività saranno, ancora una volta, due luoghi simbolo di Casale Monferrato: la centralissima piazza Mazzini e lo scenografico Castello. Sotto il maestoso cavallo di bronzo fanno già bella mostra di sé l’albero di Natale gigante e la giostra storica per i bambini, mentre una scenografica illuminazione accenderà la facciata del palazzo all’angolo con via Duomo. Luminarie che coloreranno anche molte altre zone della città, oltre alle frazioni.


 

In piazza Mazzini e nel centro, dalle ore 15 alle ore 19 di sabato e domenica prossimi, un Babbo Natale accoglierà i bambini, che potranno divertirsi anche con l’animazione e gustare i dolcetti che avranno in cambio delle loro letterine. Il tutto grazie al consorzio Casale c’è. Si potrà anche fare shopping nei negozi che, per tutto il mese di dicembre, resteranno aperti anche la domenica.

Come detto, il fine settimana sarà anche dedicato alla cultura e all’arte: oltre a Casale Città Aperta, infatti, sabato 8 dicembre si inaugureranno al Castello del Monferrato due interessanti mostre: Puer natus est – La Natività nei libri e nelle opere d’arte (nelle sale al secondo piano) e Mario Maioli – Arte & progetto (nelle sale al primo piano).

La prima raccoglierà pezzi unici, e alcuni mai esposti , provenienti dal Museo Civico, dalla Biblioteca Civica, dall’Archivio Storico Diocesano e da alcune collezioni private.

La mostra del secondo piano del Castello, nello specifico, proporrà:

Dal Museo Civico – Fondo Vidua

Carlo Vidua (1758-1830), conte di Conzano, instancabile e curioso viaggiatore, giunse in Terrasanta nel 1820, nel suo primo viaggio extraeuropeo che lo portò a visitare Costantinopoli e l’Egitto. Il Museo Civico di Casale Monferrato conserva alcuni manufatti d’artigianato palestinese, risalenti tra la fi ne del XVIII e l’inizio del XIX secolo. In esposizione sono i modellini lignei con decorazioni in madreperla raffiguranti la grotta e la chiesa della Natività e una conchiglia istoriata con San Giuseppe con Bambino.

Dalla Biblioteca Civica

I volumi in esposizione sono stati selezionati dal fondo dei libri rari e di pregio della sezione di religione. Risalgono ai secoli XVII e XVIII e due di essi hanno la caratteristica di essere costituiti soltanto da illustrazioni, senza pagine di testo. Sarà interessante notare che, nonostante la evidente somiglianza delle opere, l’approccio al lavoro di ogni autore-stampatore è diverso e con caratteristiche originali, tali da renderle autentiche opere d’arte. Tre di queste illustrazioni diventeranno anche dei biglietti natalizi.

 

Dall’Archivio Storico Diocesano

La ricchezza delle miniature, la preziosità delle legature coronano il valore liturgico e musicale dei testi redatti per volontà marchionale nel momento in cui Casale diventa Capitale che hanno guidato per secoli la liturgia nella Cattedrale. Sono proposti l’antifonario, il graduale, il messale proprii dell’Avvento e del Natale, le cui miniature rappresentano la S.Nascita in un tripudio di colori e oro, e un Contrapunctus di studio e guida alla musica e al canto. Due quadri che normalmente non sono fruibili dal pubblico presentano due momenti di silenziosa intimità tra la Vergine e il Bambino, sono la meta fi nale di questo piccolo viaggio del visitatore.

Dalle collezioni d’arte private

Il Presepe e tutte le sue implicazioni simboliche visto dall’arte di alcuni artisti contemporanei che interpretano la natività in modo singolare e non sempre “canonico”. In mostra opere di Emanuele Luzzati, Marco Porta e Giovanni Bonardi, Alessandro Quartaroli, Corrado Bonomi e un artista anonimo di inizio Novecento.

Orari di visita: festivi e prefestivi, 10,00 – 12,30 / 14,30-18,30. Apertura fino al 6 gennaio.

 

ALTRE INIZIATIVE AL CASTELLO 

Il Castello del Monferrato proporrà anche la mostra Arte & progetto dedicata al valenzano Mario Maioli, con una carrellata antologica sull’operato artistico e professionale del grande designer (note biografiche al fondo). Sarà l’occasione per scoprire l’arte di uno dei più importanti architetti del settore auto d’Italia, che negli anni si è cimentato nella pittura e nell’artigianato riscontrando sempre un ottimo successo di critica e pubblico. Orari di visita: festivi e prefestivi, 10,00 – 12,30 / 14,30 – 18,30. Apertura fino al 6 gennaio.

 

ALTRI APPUNTAMENTI

Ma gli appuntamenti culturali non sono finiti, perché domenica 9 dicembre alle ore 16,00 il Museo Civico proporrà un appuntamento con Mo(vi)menti d’Arte: Un caso di studio “La bottega del pizzicagnolo” di A. Morbelli, mentre per gli appassionati di musica le iniziative natalizie prenderanno il via già giovedì 6 dicembre.

Alle ore 21 all’Accademia Filarmonica di via Mameli l’Orchestra Femminile Italiana, diretta da Roberto Giuffrè, proporrà Serenate e divertimenti, mentre sabato 8 sarà la volta del Concerto L’Opera dei Ragazzi, riflessioni musicali per coro giovanile a due e tre voci diretti da Erika Patrucco, accompagnati al pianoforte da Giulio Castagnoli. Inizio alle ore 17 nella chiesa dell’Assunzione di Maria Vergine di Oltreponte.

L’Accademia Le Muse, invece, proporranno domenica 9 alle ore 17 a Palazzo Vitta (via Trevigi) lo spettacolo musicale Favole e leggende natalizie.

Infine, come ormai da tradizione, non mancherà Casale Solidale, l’iniziativa del Comune in favore dell’Amref che, con il Progetto acqua, sta realizzando pozzi e strutture in Kenya. Nei due anni precedenti sono stati raccolti quasi 5 mila euro e l’obiettivo sarà quello di ricevere, con lo stesso entusiasmo, una risposta altrettanto generosa da parte dei bambini e dei genitori delle scuole casalesi.

 7 dicembre 2012