Valentinum è il titolo del libro, presentato alla presenza di un pubblico non numeroso, con il merito di essere attento alle precise anticipazioni dei relatori.

“Il nostro nucleo cittadino è nato ufficialmente il terzo giorno di maggio dell’anno 1168 … in realtà l’organizzazione del suo territorio risale a molti secoli prima … le strade … costituivano … il veicolo portante delle aggregazioni umane ed urbane .. veicoli della civiltà … i nodi della convivenza umana …” così scrive Luigi Visconti nella prefazione al testo.

Le settantadue pagine, proprio su questo aspetto, aprono un sipario dettagliato sul suolo di Alessandria, un terreno predisposto per giungere alla civiltà del territorio alessandrino.

L’autore si sofferma sulle principali arterie dell’epoca di Roma, concentra su di esse precise attente osservazioni, affinché il lettore abbia una conoscenza concisa, sopratutto esauriente; poi tratta con scrupolo degli assi viari minori, quali punti di arrivo nei più sperduti luoghi divenuti, con il decorrere dei secoli, centri importanti, senza tralasciare dettagliate descrizioni sui criteri di progettazione risalenti a quel tempo.

Il lettore non ha difficoltà a “camminare” idealmente sopra quei tracciati, aiutato da una prosa comunicativa, dalle opportune cartine, illustrazioni, fotografie intercalate sapientemente fra i fogli per indicare al lettore gli scorci della nostra provincia toccati da .. la grande innovazione introdotta dai romani nel costruire strade … chi le progettò .. dimostrò ampie conoscenze in campo edile e in idraulica, come si legge in alcuni passi significativi del piccolo trattato.

Il libro, adatto dai bambini agli adulti, è stato stampato a cura dell’Associazione Donne di Alessandria per merito della sua Presidente Luciana Pampuro ed è reperibile presso l’Associazione Donne di Alessandria, via Levata 49/B –Spinetta Marengo.

Franco Montaldo

 2 dicembre 2012