Carissimi Concittadini,

non posso nascondere di essere un po’ emozionato nel rivolgermi a Voi in occasione degli auguri natalizi per la prima volta in qualità di Sindaco di Acqui Terme. Giunti ormai al termine di questo 2012, che per me è stato veramente ragione di soddisfazione e felicità, desidero ringraziare sinceramente tutti coloro che mi hanno supportato, ma anche coloro che, da avversari, hanno suscitato in me la voglia di far valere le mie opinioni e le mie idee.

Vorrei sottolineare che il nostro è un gioco di squadra, con l’apporto ed i suggerimenti di tanti collaboratori, siano essi Assessori, Consiglieri o membri delle varie Consulte.

In pochi mesi di mandato e con le ristrettezze economiche che caratterizzano purtroppo quest’epoca storica, sono tanti gli obiettivi che la mia Amministrazione si è prefissata e ha raggiunto, cercando di non far mancare ad Acqui Terme eventi di alto profilo culturale, ma anche realizzando manifestazioni dalle caratteristiche più spiccatamente turistiche.

Ritengo che il primo successo della mia Amministrazione sia stato quello di aver lavorato perché si realizzassero nuovamente la Mostra Antologica e la Stagione Teatrale, due appuntamenti “storici” che ritenevamo dovessero essere restituiti agli Acquesi. Altra grande soddisfazione riguarda l’incremento dell’utilizzo del Centro Congressi, che, nell’attesa della destinazione a cui è votato, si è rivelato essere sede versatile per manifestazioni di vario tenore, suscitando consensi unanimi in qualunque veste sia stato presentato.

In tale prestigiosa cornice, infatti, sono state organizzate in rapida successione l’edizione 2012 di Acqui & Sapori, che ha offerto all’intero territorio un interessantissimo viaggio tra gusti e sensazioni, la fortunata manifestazione “Impronte Jazz”, che ha visto protagonista anche il famoso Paolo Jannacci, entusiasta per Acqui e i tesori enogastronomici qui scoperti, il prestigioso concerto del Gruppo da Camera della Berliner Philharmoniker, che ha riscosso un grande successo di pubblico e per cui sono arrivate prenotazioni anche da fuori Regione, e la maratona benefica Telethon, che ha visto protagonisti i ragazzi delle scuole Acquesi e la generosità dei loro parenti.

Inoltre, il mio, il nostro impegno, fin dall’alba della nostra elezione, è stato volto verso l’obiettivo che maggiormente ci sta a cuore: la privatizzazione delle Terme. Ogni nostra azione di questi mesi ha proceduto in questa direzione, perché solo così, infatti, riteniamo ci possa essere quello sviluppo che darà una svolta all’economia di Acqui.

Non è semplice rivolgere un augurio che non sia retorico e stucchevole, soprattutto in questo momento, così difficile per tante famiglie. Perciò ritengo sia più onesto comunicarVi i propositi miei e dell’Amministrazione che ho l’onore di guidare: la nostra attenzione, oggi e ancor più nel 2013, sarà rivolta alla ricerca di quelle strade che permettano ad Acqui Terme di essere una Città migliore, un luogo dove, come un tempo, sia bello nascere e crescere, perché ogni fase della vita trovi qui sostegno, supporto e stimoli. Siamo consci che per gli obiettivi più ambiziosi non potremo ottenere esiti immediati, ma, forti della nostra quotidiana partecipazione, siamo certi che i risultati verranno.

Consapevole delle innumerevoli difficoltà, soprattutto economiche, che ci stanno attanagliando, desidero confermare a tutti i miei Concittadini, a tutti gli Acquesi, che nel Sindaco e nell’Amministrazione Comunale potranno trovare, per quanto possibile, una presenza sicura.

Spero sinceramente che il prossimo anno ci offra l’opportunità di vivere con maggiore leggerezza, di poter pensare al futuro con più ottimismo di quanto si possa fare oggi. E’ quanto desidero per il 2013, ma è quello che mi auspico possiate provare già in queste Feste Natalizie, ovvero tanta, tanta serenità!

IL SINDACO

Enrico Silvio Bertero