Il Teatro Sociale di Valenza ha accolto numerosi volti noti del Motomondiale nel ricordo di Amisano Gino, imprenditore locale, che nel 1946 fonda l’azienda AGV.

L’evento è iniziato nel Teatro Sociale con l’incontro denominato “Mi ricordo Gino quando…”.

Al ricordo hanno preso parte: il Sindaco di Valenza, Sergio Cassano; il Dottor Claudio Costa, fondatore della Clinica Mobile; il Dottor Antonio Infante, Direttore Generale dell’Istituto Gaslini di Genova; Giampiero Sacchi, Amministratore unico di Iodaracing Project; Roberto Girardengo, Direttore de Il Piccolo e Nico Cereghini, giornalista nelle vesti di presentatore.

Capitolo a parte per i Campioni intervenuti all’incontro.

Erano presenti: il 15 volte Campione del Mondo Giacomo Agostini, Ciro De Petri, Fabrizio Pirovano ed i giovani piloti Niccolò Antonelli, Francesco Bagnaia, Romano Fenati e Danilo Petrucci.

E’ stato un pomeriggio piacevole, ricco di aneddoti di coloro che hanno conosciuto e frequentato Gino Amisano ed hanno così provato a delineare la storia di un uomo che partendo da un sottoscala ha costruito un’azienda di livello mondiale.

Anche le nuove generazioni che indossano i suoi caschi hanno voluto omaggiare Gino.

Fenati, pilota del mondiale Moto3, ha dichiarato di aver avuto i brividi a sentire i racconti su Amisano e di essere onorato di indossare il casco bianco AGV.

Molto emozionato Petrucci, che fa parte del Team di Giampiero Sacchi in CRT. Sacchi ha costruito per la prima volta il suo team grazie a Gino Amisano ed è anche in qualche modo grazie ad Amisano se Petrucci può correre.

Tutti i piloti e personaggi intervenuti son stati premiati con prodotti della zona.

Al termine dell’incontro è arrivato il momento di dare inizio all’asta benefica a favore della Fondazione Simoncelli. Viene chiamata sul palco Kate Fretti, la fidanzata di Marco Simoncelli, che spiega i progetti già realizzati e che realizzerà la Fondazione.

In un orfanotrofio NPH in Repubblica Dominicana, è stato realizzato un centro di riabilitazione per bambini disabili, in collaborazione con la Fondazione Francesca Rava di Milano.

Il primo progetto italiano, a cui andrà il ricavato dell’asta, sarà il rinnovamento di un albergo che diventerà un centro diurno per bambini disabili. L’investimento finale per il progetto sarà superiore a 1 milione e 200.000 euro. Al termine verrà poi dato in gestione alla cooperativa “L’Aquilone” di Rimini che è molto esperta in queste cose. Appena saranno concluse le ultime cose burocratiche, potranno iniziare i lavori. Alle numerose domande di persone che le hanno chiesto come mai abbiano pensato prima all’estero quando c’è bisogno anche in Italia, Kate risponde: “all’estero abbiamo iniziato perché i fondi erano quelli che erano e fare le cose in Repubblica Dominicana, piuttosto che in Kenya, piuttosto che nei paesi del Quarto Mondo è più conveniente! Abbiamo speso 210.000 euro per fare una casa accoglienza di 30 bambini là e per fare una cosa simile qui in Italia, ci vorrà più di un milione. La Fondazione, per il momento, si occuperà solo di questo progetto.

Anche lei viene omaggiata con i prodotti locali e presenzia all’asta di caschi ed oggetti autografati da Giacomo Agostini e Valentino Rossi.

Si comincia con 1 casco AGV Ti-Tech e 1 casco AGV Grid Grid replica autografati da Giacomo Agostini; per poi passare a 2 caschi AGV GP Tech, guanti, spider, paraschiena Dainese firmati da Valentino Rossi. Al termine dell’asta viene annunciata la telefonata di un misterioso benefattore che ha donato alla Fondazione 10.000 euro!

L’evento proseguirà anche nei prossimi giorni. In Corso Garibaldi, nei locali messi a disposizione dal Bruni Center, si può ammirare la mostra “AGV e le moto da corsa” collezione Armando Gilardi (ex pilota e padrino di Roberto Locatelli, che possiede una delle maggiori collezioni di moto da competizione italiane. Dalle Aprilia del Campione del Mondo Locatelli, alle Honda di Stefan Marriman e Mika Ahola, dalla Yamaha di Ciro De Petri, alla Honda di Ezio Gianola).

Poco distante, al Centro Comunale di Cultura, si può visitare la mostra “Amisano Gino Valenza è AGV”; dove si possono ammirare caschi, memorabilia, documenti, pannelli fotografici e moto che hanno caratterizzato la storia dell’AGV e dei suoi grandi Campioni.

Nella Picchiotti Square e in altre vetrine di Corso Garibaldi sono esposte moto storiche da competizione, messe a disposizione dal collezionista valenzano Ezio Rena.

La mostra è aperta al pubblico dal 16 dicembre al 13 gennaio tutti i giorni dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 16:00 alle 19:00. Chiusa il lunedì e i giorni 25 e 26 dicembre, 1 e 6 gennaio.

L’ingresso è libero.

Federica Lucato

 23 dicembre 2012