La città ha un marchio e il Comune potrà utilizzarlo per almeno 50 anni. La Giunta comunale, infatti, ha approvato la delibera con cui accoglie la concessione in uso gratuito per cinquant’anni il marchio d’area pervenuta dal Consorzio Tutela Vini Colli Tortonese il quale ha manifestato la propria volontà di consentire al Comune di Tortona l’uso esclusivo e gratuito ritenendolo “il soggetto più idoneo, per competenza, dotazioni e per ruolo istituzionale, ad assicurarne un utilizzo corretto a beneficio di tutta collettività locale”.

Il Consorzio Tutela Vini Colli Tortonesi, infatti, ha realizzato, in collaborazione con altri enti, un progetto sul Programma di Sviluppo Rurale e Attività di informazione e promozione riguardo ai prodotti che rientrano nei sistemi di qualità alimentare approvato dalla Regione Piemonte.


Questo progetto, tra le varie iniziative, prevedeva la realizzazione di un marchio d’area per il territorio tortonese da utilizzarsi a scopo di promozione e marketing territoriale di attività turistico- ricettive, agricole, artigianali o riferibili a piccole e medie imprese, di servizi, culturali, artistiche, sportive, ludico-ricreative, la cui attività produttiva si collochi principalmente nel territorio.

“Il marchio d’area “Tortona e il tortonese: terre d’incontro” – dice il sindaco Massimo Berutti – nasce con alla base uno studio di fattibilità realizzato da una società che ha prodotto, attraverso focus e interviste, un progetto di oltre duecento pagine che si incentrano anche su un piano di marketing con un percorso che mette insieme tasselli che ci permettono di elevare il territorio grazie a una serie di interventi collaterali. Oggi risorse per sviluppare questo progetto non ne abbiamo, ma se tutti lavoreremo insieme in sinergia nella stessa direzione potremo iniziare a diffondere il marchio e farlo diventare un brand, in attesa di periodi migliori con possibilità di investire in modi più consistenti”.

 19 novembre 2012