Spett.le direttore,

le scrivo in relazione all’articolo apparso sul suo sito “oggi cronaca” denominato “TORTONA: è uno degli uomini più pagati il “Maestro di tromba” ingaggiato dal Comune che ha suonato in città?”

Indipendentemente dal tono espresso nell’articolo riguardante la spesa dedicata alla commemorazione svoltasi di fronte al Monumento ai Caduti

nella Giornata delle Forze Armate, ma relativamente alla mia attività, cito dall’articolo:

“Naturalmente non è stato il solo a beneficiare dei soldi comunali … altri 330 euro invece sono stati spesi per la fornitura e posa di una corona e nove (in realtà 10) cuscini d’alloro e di un bouquet di crisantemi presso la ditta “Dillo con un fiore” di Daniela Schettini.””

La informo che la fornitura floreale a me richiesta dal Comune di Tortona è stata fatta dopo una procedura che ha interessato molte altre attività, credo tortonesi, come la mia. In primo luogo è stato richiesto un preventivo, a me come ad altri, in un secondo tempo è stato scelto il mio esercizio perchè valutato come il più conveniente.

La informo inoltre che se crede può ripercorrere la procedura all’inverso e verificare di persona quanto io abbia cercato di venire in contro al Comune di Tortona e di conseguenza ai suoi cittadini.

Visto il periodo in cui ci troviamo, la prego quindi di pubblicare la mia lettera, di non accomunarmi a chi per professionalità che non posso stimare viene paragonato ad un famoso calciatore, e possibilmente la prossima volta di verificare quali sono le effettive condizioni che il mercato, floreale nel mio caso, propone e commentare solamente la scelta fatta e non il fornitore, che come gli altri tenta di portarsi a casa la pagnotta onestamente.

Cordiali saluti

Dillo con un fiore di Daniela Schettini

 

Ringraziamo Daniela Schettini, ma noi non abbiamo affatto scritto che i fiori erano cari, anzi. Certo abbiamo sollevato pesanti dubbi su altri costi, ma non sui fiori, che anzi a mio parere personale non erano affatto cari.

Non abbiamo neppure messo in dubbio la procedura: vorrei vedere che il Comune scegliesse preventivi più cari, e invito Daniela Schettini a rileggersi bene l’articolo. La frase riferita ai fiori è staccata dalla “critica” sul maestro di Tromba ma completa solamente l’elenco delle spese sostenute da Comune.

In compenso la lettera della fiorista apre un giallo: sulla delibera comunale affissa all’albo Pretorio del Comune, (quindi accessibile a tutti) c’era scritto quello che noi riportiamo fedelmente cioè una corona NOVE cuscini e un bouquet. Daniela Schettini, invece, qui afferma di averne confezionati 10.

Che fine ha fatto il decimo cuscino?

Ci piacerebbe saperlo visto che il Comune elenca due cuscini di fiori a Tortona e sette nei cimiteri delle frazioni.

Il Direttore

8 novembre 2012