Nel Duomo di Casale Monferrato, domenica 25 novembre alle ore 18,15, si terrà il concerto finale di Luoghi Immaginari, il prestigioso festival internazionale giunto alla sua decima edizione. Organizzata dall’omonima associazione, la manifestazione ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Consiglio Regionale del Piemonte e della Provincia di Alessandria, oltre al contributo della Fondazione Cral, della Fondazione Crt e della Regione Piemonte.

Sin dall’esordio del festival, con la città di Casale Monferrato e in particolare con l’Assessorato alla Cultura del Comune, si è instaurato un rapporto di fattiva collaborazione che ha portato non solo a una serie di concerti di altissima qualità, ma anche all’organizzazione del grande concerto finale dedicato ai Gioielli musicali del repertorio sacro. In perfetta armonia con gli intenti di Luoghi Immaginari, sarà proposta l’esecuzione di capolavori musicali di grande rilievo, ma meno conosciuti al pubblico come Angiol di pace di Vincenzo Bellini e la Ave Maria di Gaetano Donizetti, accanto a uno dei capolavori assoluti di ogni tempo di Gioachino Rossini, la Petite messe solennelle.


 

«La città di Casale Monferrato è davvero lieta di poter ospitare un festival di così grande rilievo – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Giuliana Romano Bussola – Un festival che ha anche avuto l’onore di essere premiato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano con un’importante medaglia e che domenica proporrà nel nostro Duomo artisti di elevato calibro che, con le loro esibizioni, faranno gustare al pubblico musica di assoluta qualità».

 

Il concerto presenterà una tra le più consolidate formazioni corali: il Coro Polifonico di Aosta. Attivo stabilmente dal 1984, preparato e diretto con continuità dal maestro Efisio Blanc, grazie al costante lavoro di insieme e di unione sonora, gli ha consentito di spaziare dal repertorio a cappella sino alle grandi opere dei primi del Novecento.

 

Durante l’esibizione, le voci saranno quelle del contralto Maria Vittoria Paba, del soprano Elena Bakanova, del tenore Paolo Bartolucci e del basso Carlo Prunali. Il tutto sarà affidato ad una delle più prestigiose bacchette internazionali come Yulia Khutoretskaya. Formatasi alla prestigiosa scuola mondiale del St. Pettersburg State Conservatory of music N. Rimsky Korsakov; è direttore stabile del Youth Chamber Choir di San Pietroburgo, attiva come direttore dall’età di 15 anni, divenendo così per meriti membro onorario dell’ambita Associazione Americana di Direttori di Coro. Ha effettuato tournée nei maggiori festival degli Stati Uniti d’America, del Giappone, degli Emirati Arabi Uniti, della Spagna, della Francia e della Germania. Di lei hanno scritto: «Yulia Khutoretskaya possiede la qualità sfuggente del fascino ed un suono individuale del suo stile, usiamo la parola vocazione ma è l’unica da usare per lei». Dunque un artista ospite di grande prestigio per il concerto conclusivo della decima edizione del Festival Luoghi Immaginari.

L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

24 novembre 2012