Tutto è avvenuto nella tarda mattinata quando dai carabinieri si presenta William Holmes, 64 anni, che dichiara di avere ucciso la moglie malata: Patricia Holmes 69 anni, cittadina statunitense, da circa 20 anni residente in città in via Dazio 100 alla frazione valle San Bartolomeo.

I carabinieri raccolgono la testimonianza dell’uomo poi si recano nell’abitazione della coppia e trovano la moglie distesa sul letto, ormai cadavere.


Interviene il medico legale e gli addetti della Procura della Repubblica di Alessandria mentre l’uomo racconta minuziosamente cosa ha fatto e come ha ucciso la consorte.

Secondo una prima sommaria ricostruzione sembra che la sera precedente abbia fatto addormentare la moglie con dei sonniferi poi l’ha uccisa, facendola così passare dal sonno alla morte.

L’esatta dinamica dell’episodio è ancora al vaglio delle forze dell’ordine che non hanno ancora reso noto se il decesso della donna è avvenuto per avvelenamento a causa dell’eccessiva ingestione di barbiturici e sonniferi o se sia stato l’uomo ad averla soffocata mentre lei dormiva.

Di certo si sa che il marito ha atteso fino a venerdì mattina per accertarsi del decesso della consorte, poi si è costituito.

Il fatto, comunque è ancora al vaglio dei Carabinieri del Comando provinciale che stanno vagliando minuziosamente ogni particolare al fine di ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Nei confronti dell’uomo  verrà formalizzata l’accusa di omicidio volontario.

 23 novembre 2012