Buone notizie per le famiglie tortonesi ancora in attesa dei contributi per il diritto allo studio. Proprio in questi giorni il Comune di Tortona ha finalmente ricevuto dalla Regione anche la seconda tranche dei fondi per il sostegno del diritto allo studio: dopo quelli destinati alle borse di studio arrivati alla fine di settembre, questa volta si tratta dei contributi per i libri scolastici.

Sono più di 900 le famiglie che da luglio aspettano di ricevere questi soldi, un ritardo senza precedenti non imputabile peraltro al Comune, che in questa circostanza è semplice intermediario tra Regione e cittadini. A giorni saranno pronti i mandati di pagamento per le borse di studio, la prima tranche che era arrivata in Comune a fine settembre, e di cui beneficeranno 718 famiglie di alunni delle scuole elementari, medie e superiori, mentre per riscuotere i contributi libri si dovrà aspettare ancora un po’, presumibilmente l’inizio di dicembre. Il motivo di questo ulteriore ritardo? Occorre rielaborare tutte le pratiche, perchè i dati caricati sul programma ad uso della Regione non sono utilizzabili per l’emissione dei mandati del Comune, da qui la necessità di reinserire daccapo il tutto. Si è impiegato quasi un mese ad inserire i 718 beneficiari delle borse di studio, verosimilmente ne occorrerà ancor di più per elaborare gli oltre 900 mandati per i contributi libri. Completamento attività previsto entro fine novembre. Una storia di ordinaria burocrazia.

L’assegno di diritto allo studio è di un contributo fisso che viene erogato a tutte le famiglie che hanno un figlio che frequenta la scuola dell’obbligo ed reddito ISEE inferiore a 10.632 euro e consiste in un assegno di 72 euro a chi ha un bambino che frequenta la scuola elementare, di 81 euro per chi frequenta la media, 120 per la prima e seconda superiore e 72 per le scuole professionali.

 Annamaria Agosti

2o ottobre 2012