Un evento davvero eccezionale quello in prgramma Giovedì alla multisala Megaplezx Stardust di Tortona: parliamo del flm “Bella Addormentata” di Marco Bellocchio che mercoledì 5 settembre viene proiettato il anteprima assoluta al festival del cinema di Venerzia e 24 ore dopo a Tortona in una serata alla quale gli appassionati di cinema non potranno mancare.

In contemporanea con la Mostra del cinema di Venezia (il film in concorso verrà presentato il giorno 5 settembre), giovedì 6 settembre alle ore 21,40 (orario speciale) alla Sala 2 del Megaplex Stardust di Tortona, verrà proiettato il film Bella Addormentata di Marco Bellocchio. Roberto Santagostino introdurrà la serata che vedrà Nuccio Lodato presentare il film e (compatibilmente con le esigenze del Festival di Venezia) tentare un collegamento telefonico con il regista. Nuccio lodato è uno dei massimo esperti del cinema di Bellocchio.


Il biglietto costerà solo giovedì 3,50 Euro per gli iscritti al Circolo del Cinema. Il film resterà in programmazione da venerdì 7 con gli orari e i prezzi previsti dal Megaplex Stardust di Tortona

 

SCHEDA FILM

Bella Addormentata

Regia: Marco Bellocchio SCENEGGIATURA: Marco Bellocchio, Veronica Raimo, Stefano Rulli. FOTOGRAFIA: Daniele Ciprì. MONTAGGIO: Francesca Calvelli.MUSICHE: Carlo Crivelli. ATTORI: Toni Servillo, Isabelle Huppert, Alba Rohrwacher, Michele Riondino, Pier Giorgio Bellocchio, Maya Sansa, Brenno Placido, Fabrizio Falco, Gian Marco Tognazzi, Roberto Herlitzka, Gigio Morra, Federica Fracassi. Produzione: Cattleya, Rai Cinema, Babe Films, Friuli Venezia Giulia Film Commission- Distribuzione: 01 Distribution. GENERE: Drammatico. Origine: Italia, Francia 2012. Durata: 115′.

 

Sinossi: Tutto si svolge, in vari luoghi d’Italia, in sei giorni, gli ultimi di Eluana Englaro, la cui vicenda resta sullo sfondo. Personaggi di fantasia dalle diverse fedi e ideologie le cui storie si collegano emotivamente a quella vicenda, in una riflessione esistenziale sul perché della vita e della speranza malgrado tutto. Un senatore deve scegliere se votare per una legge che va contro la sua coscienza o non votarla, disubbidendo alla disciplina del partito, mentre sua figlia Maria, attivista del movimento per la vita, manifesta davanti alla clinica dove è ricoverata Eluana. Roberto, con il fratello, è schierato nell’opposto fronte laico. Un “nemico” di cui Maria si innamora. Altrove, una grande attrice cerca nella fede e nel miracolo la guarigione della figlia, da anni in coma irreversibile, sacrificando così il rapporto con il figlio. Infine la disperata Rossa che vuole morire, ma un giovane medico di nome Pallido si oppone con tutte le forze al suo suicidio. E contro ogni aspettativa, alla fine del film, un risveglio alla vita…

 

Commento del regista:

“Il film nasce da una fortissima emozione (e stupore) per la morte di Eluana Englaro. Sentivo anche però che questa partecipazione rischiava di limitare la mia immaginazione, sentivo che era necessario dilatare l’orizzonte… Ho aspettato due anni e così sono nate altre storie non estranee alla storia di Eluana eppure indipendenti, che “pescavano” in un tempo lontano, il tempo di tutta la mia vita, l’infanzia, l’adolescenza, la famiglia, l’educazione cattolica, il compromesso della politica, i principi morali, l’importanza della coerenza alle proprie idee, il rifiuto di arrendersi di fronte a una vita in pericolo che conserva però tutte le potenzialità per riprendersi, per rinascere. Senza Eluana che muore non ci sarebbe Bella Addormentata, che si risveglia.”

 5 settembre 2012