La 33esima stagione concertistica organizzata dagli “Amici della Musica” di Tortona inizia con un brillante ritorno: il pianista Giuseppe Albanese che si esibirà domenica 20 novembre alle ore 17,30 al teatro Civico in via Ammiraglio Mirabello.

Il programma del pomeriggio musicale sarà interamente dedicato a Franz Liszt di cui ricorre il bi-centenario della nascita.


“Se pensiamo a Franz Liszt – dice il presidente degli Amici della Musica Ottavio Pilotti – ci imma-giniamo un signore con lunghi capelli e grandi mani, adatte per eseguire musiche difficilissime, che mettono a dura prova i pianisti, spesso piene di effetti speciali ed ispirate alle tradizioni ungheresi.

In realtà Liszt è stato un grande innovatore e l’inventore del moderno concerto per pianoforte, negli spazi dei teatri, rivolto ad un pubblico più vasto di quello dei saloni nobiliari del 700, e le sue com-posizioni spaziano dai meri esercizi di tecnica trascendentale, alle ricerche nel mondo popolare che si sono concretate nelle venti “Rapsodie Ungheresi”. Fra le sue più note creazioni, il “Sogno d’a-more”, che richiede comunque una padronanza dello strumento necessaria ad evitare il sentimenta-lismo che il brano potrebbe ispirare.”

Nel programma vi saranno anche tre momenti musicali ispirati a viaggi e suggestioni: “Giochi d’Acqua a Villa d’Este” e la “Leggenda di San Francesco di Paola che cammina sulle acque”; nella seconda parte tre grandi trascrizioni: fra cui la “Morte di Isotta” da Wagner (che sposò la figlia di Liszt) e soprattutto, per chiudere, la straordinaria Fantasia pianistica sulla “Norma di Bellini”, un brano mai ascoltato a Tortona in cui pare di ascoltare tre mani, e non due, all’opera sul pianoforte. Per informazioni e prenotazioni: 0131.822244–820195

 16 novembre 2011