La stagione autunnale dei Martedì Letterari del Casinò di Sanremo si apre con un caso che ha interessato direttamente anche la città di Sanremo, che ha espresso solidarietà verso  la vicenda umana dei due Marò: Massimiliano Latorre e Salvatore  Girone, accusati nel 2012 di aver causato la morte di due pescatori indiani.  Massimiliano Latorre a dieci anni di distanza e dopo l’assoluzione,  conversando con Mario Capanna, ripercorre una parte del suo vissuto cercando di evidenziare  fatti, sentimenti e persone determinanti nella sua esperienza personale e professionale.

[wp_bannerize_pro orderby="random" categories="322"]

Lunedì 18 settembre ore 16.30 Massimiliano Latorre presenta il libro “Il sequestro del marò” Conversazione con Mario Capanna. (La vita felice). Ingresso libero sino ad esaurimento dei posti disponibili.


Ho ragionato così: io sono un militare, ho la mia testa e la mia personalità, e tu, che sei il mio superiore, devi farmi il piacere di dirmi: “Questo è il tuo spazio”, “Il tuo posto è in quell’angolo”.

Bene. Io sono disciplinato e ci vado, in quell’angolo. Ma devi dirmi la verità, non mi devi mandare verso la forca senza che io ne sia consapevole. Questo, però, a essere precisi e sinceri, non è mai stato fatto.

[…] Non posso tacere – e non lo farò mai – le azioni sbagliate commesse anche da alcuni vertici.

E allora? Non devo pensare? Non devo dire la verità su quanto è accaduto

Il Libro

Mario Capanna conversa con Massimiliano Latorre, uno dei due marò accusati di aver ucciso due pescatori indiani durante una missione sulla petroliera Enrica Lexie nel 2012. Era il 15 febbraio, al largo delle coste del Kerala, quando Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, fucilieri di Marina italiani in missione per proteggere la nave in acque a rischio di pirateria, sparano in direzione di un’imbarcazione indiana in atteggiamento di attacco. Da quel momento, inizia per loro un calvario conclusosi solo il 31 gennaio 2022, quando sono stati assolti dal gip di Roma. Per la prima volta in un libro, raccontata da uno dei suoi protagonisti, la vicenda che ha tenuto con il fiato sospeso l’Italia per dieci anni. Oggi, a quasi tre anni dalla chiusura dell’arbitrato internazionale, sebbene sia stata disposta l’archiviazione all’inizio del 2022, restano non pochi interrogativi aperti  sullo  svolgimento delle indagini, e sulle richieste di risarcimento a favore delle famiglie delle vittime.

Massimiliano Latorre (Taranto 1967) fuciliere di Marina del Battaglione San Marco dal 1994. Con Salvatore Girone è stato arrestato nel 2012 con l’accusa, seguita da assoluzione, di aver ucciso due pescatori durante una missione sulla petroliera italiana Enrica Lexie.

Mario Capanna (Città di Castello 1945) ex politico, scrittore e attivista italiano. Fra i principali leader del movimento giovanile del Sessantotto, segretario di Democrazia Proletaria, è deputato europeo nel 1979, deputato nazionale nel 1983 e rieletto nel 1987.

Il prossimo appuntamento è per sabato 23 settembre ore 16.00 nel Teatro dell’Opera con la cerimonia del Premio Letterario Internazionale “Casinò di Sanremo Antonio Semeria”. Partecipano tra gli altri il  Maestro Pupi Avati e il Presidente Luciano Violante.

Martedì 26 settembre 26 settembre 16.30  Graziano Cetara presenta il libro:”Milena Sutter  verità e misteri sul biondino dalla spider rossa (Minerva).