𝗙𝗶𝗻𝗲 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗼 𝘀𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗱𝗶 𝗲𝗺𝗲𝗿𝗴𝗲𝗻𝘇𝗮: 𝗰𝗼𝘀𝗮 𝗰𝗮𝗺𝗯𝗶𝗮 𝗽𝗲𝗿 𝗴𝗿𝗲𝗲𝗻 𝗽𝗮𝘀𝘀, 𝗾𝘂𝗮𝗿𝗮𝗻𝘁𝗲𝗻𝗲 𝗲 𝗺𝗮𝘀𝗰𝗵𝗲𝗿𝗶𝗻𝗲

Riportiamo dall’ ASL AL:


Da, oggi, venerdì 1° aprile il green pass non è più necessario per andare dal parrucchiere, in banca, negli uffici pubblici, nei negozi o per accedere a mezzi del trasporto pubblico locale, ristoranti all’aperto, musei e centri termali e culturali.

Il green pass base è ancora necessario per accedere ai luoghi di lavoro e a mense, ristoranti al chiuso, concorsi pubblici, eventi sportivi all’aperto, aerei, navi, traghetti e treni. Il green pass rafforzato resta in vigore fino al 30 aprile per centri benessere, sale gioco, discoteche, congressi ed eventi sportivi al chiuso.

La mascherina resta obbligatoria al chiuso fino al 30 aprile.

Le mascherine Ffp2 restano obbligatorie sui mezzi di trasporto, funivie chiuse, cinema, teatri e competizioni sportive.

Fino al 31 dicembre il green pass “super-rafforzato” – ottenuto con dose di richiamo obbligatoria o con tampone in aggiunta al green pass rafforzato – sarà necessario per l’accesso dei visitatori nelle Rsa e nei reparti di degenza degli ospedali.

Dal 1° aprile andrà in isolamento solo chi è contagiato dal Covid. I contatti stretti di un positivo applicheranno tutti l’autosorveglianza per 10 giorni, con la necessità di indossare la mascherina Ffp2 al chiuso e di fare il tampone dopo 5 giorni.

**********

LETTO COSI’ IL COVID SEMBRA ORMAI SCONFITTO, MA LO E’ DAVVERO?

I contagi sono sempre molto altri i ricoveri non scendono come dovrebbero, la percentuale è al 15%.