Il Nucleo Infortunistica Stradale della Polizia Locale ha deferito alla Autorità giudiziaria una donna di 60 anni, residente nel comprensorio casalese, per guida in stato di ebbrezza e rifiuto dell’accertamento del tasso alcolemico.

Gestione ambiente

I fatti risalgono a giovedì 12 agosto, quando alle ore 13,30 due agenti della Polizia Locale  che avevano terminato da poco il servizio hanno notato, nel percorrere viale San Martino, un’auto che procedeva con un’andatura estremamente pericolosa: continue frenate e invasioni della corsia di marcia opposta.


I due operatori, con non poca difficoltà, sono comunque riusciti a fermare l’auto, notando immediatamente che la conducente manifestava uno stato di elevata ebbrezza alcolica. A questo punto è stato richiesto l’immediato intervento di una pattuglia.

Nell’attesa, i due operatori si sono dovuti adoperare per trattenere la donna che, nel frattempo, tentava di allontanarsi a piedi. Accompagnata, alla fine, al Comando di Polizia Locale dalla pattuglia sopraggiunta, la donna ha poi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti per la verifica del tasso alcolemico, con la conseguente contestazione dei reati previsti dall’art. 186 del codice stradale (Guida sotto l’influenza dell’alcool).

Alla donna è stata quindi ritirata la patente di guida e sequestrato il veicolo.