Lo scorso anno il Covid aveva bloccato lo svolgimento del Carnevale Tortonese a Vho, 48 ore prima del suo inizio: la tradizionale festa con polenta e salamini, che veniva allestita da tempo immemorabile, era “saltata” all’ultimo momento e nessuno avrebbe mai immaginato che sarebbe stata la prima di una lunga serie di eventi annullati o rinviati a data da destinarsi. A un anno di distanza l’emergenza non si è ancora conclusa e il Carnevale ha Vho avrebbe dovuto subire un secondo irrimediabile stop, ma stavolta Fabio Morreale e il Comune di Tortona, si sono detti che era giunto il momento di non lasciarsi abbattere dalla pandemia e hanno deciso di organizzarlo ugualmente. Ovviamente nei tempi e nei modi consentiti dalle norme per evitare assembramenti. Così è nata l’idea di organizzare uno show cooking in diretta, cioé la ripresa di un evento legato al Carnevale, accessibile a tutti grazie ad internet. Il programma è stato approvato dalla Giunta comunale nella riunione di oggi pomeriggio e noi abbiamo deciso di darne subito notizia perché saranno davvero pochi i Comuni che in Italia organizzeranno eventi carnevaleschi.

“In collaborazione col Comune e con la biblioteca Civica – dice l’assessore alla Cultura Fabio Morreale -come SOMS Vhoese abbiamo deciso di riprendere in mano la tradizione del Carnevale, con filmati, interviste a personaggi e produttori della della zona, ma soprattutto spiegheremo come si cucinano polenta e salamini. Forse non tutti sanno, infatti, che dietro la realizzazione di questo piatto, che sembra apparentemente semplice, c’è un lavoro non da poco, con le dosi dei vari ingredienti che devono essere miscelate nella giusta quantità e con tempi di cottura prestabiliti, se si vuole ottenere quel gusto particolare che da sempre è stato molto apprezzato dalla gente e richiamava tantissime persone ogni anno.”


Come potete leggere dalla locandina in alto ci saranno interviste a quelle persone che il Carnevale a Vho lo organizzavano ogni anno e torneranno sicuramente a farlo nel 2022, quando – si spera – questa odiosa pandemia che ha cambiato la nostra vita verrà sconfitta. Nel corso della trasmissione verrà anche ricordato Emilio Volpone, patron del Carnevale Vhoese, al centro della fotografia, deceduto all’età di 89 anni, da sempre in prima fila nell’organizzare l’evento.

Nella diretta FB ci saranno anche interviste legate ai vignaiuoli perché non c’è polenta e salamino senza buon vino locale, rigorosamente rosso come il barbera doc dei Colli Tortonesi e tanti altri.

“Sarà un occasione importante per non perdere contatto con quella che da sempre è una tradizione tortonese – conclude Fabio Morreale – sarebbe stato un delitto far passare due anni senza allestire nulla e così abbiamo deciso per questo evento che, non solo speriamo possa essere seguito e apprezzato dagli organizzatori, ma soprattutto dagli abitanti e dai giovani, perché le tradizioni fanno parte della nostra storia e non devono andare perdute.”

Con questo filmato che rimarrà su internet e sarà visibile anche nei giorni successivi, si mette un piccolo mattone, l’ennesimo in quella che è la piramide dei ricordi e delle tradizioni locali di cui Tortona può andare fiera.