Un uomo molto stimato e anche molto amato. Questo è stato per tante persone Giuseppe (Peppino) Mutti, l’imprenditore tortonese di 92 anni del quale stamattina, lunedì 23 settembre, si è svolto il funerale in una chiesa gremita di gente.

L’ultimo saluto è avvenuto nella parrocchia del Paghisano, quella che lo stesso imprenditore aveva costruito davanti ad una folla commossa, a testimonianza di quanto fosse apprezzato l’uomo.


A funerale anche il sindaco in carica, Federico Chiodi e l’ex Gianluca Bardone. la loro presenza ha confermato l’importanza per la città di Tortona di questo imprenditore che, prima con l’azienda “Mutti & Vacchelli” poi con la Sim.co ha realizzato praticamente tutto il quartiere Oasi, compreso il centro Commerciale, la Chiesa del Paghisano, la scuola “Rodari” e persino la residenza Lisino, oltre a tanti altri edifici.

Ad officiare il rito funebre, è stato il parroco di San Ruffino, frazione del Comune di Sarezzano dove Peppino abitava; nessuna omelia, però, il ricordo dell’uomo e dell’imprenditore è stato affidato a due persone: Carla Vacchelli che con le lacrime agli occhi, ha ricordato soprattutto l’uomo, una persona capace e corretta, e Armando Bergaglio che ha ricordato soprattutto l’imprenditore e quella che ha fatto per San Ruffino.

Come abbiamo scritto nell’articolo in cui annunciavamo il decesso Giuseppe Mutti era un grande uomo, un uomo veramente straordinario.