Pubblichiamo di seguito la mozione che Fabio Morreale, capogruppo della lista civica “Nuova Tortona” ha presentato  in municipio sull’annoso problema dei contatori dell’acqua al campo nomadi e che probabilmente verrà discussa nella prossima seduta del Consiglio Comunale.

**************************

Il sottoscritto Consigliere Comunale del Gruppo Consiliare della Lista Civica Nuova Tortona, intende proporre al Consiglio Comunale la mozione consiliare secondo quanto di seguito specificato.

Premesso che: l’ultimo Regolamento del Campo Nomadi del Comune di Tortona, risalente al Maggio 2000, riporta dati obsoleti e non corrispondenti alla realtà,  ovvero che i residenti devono essere in numero massimo di 120 unità e  che le utenze devono essere a carico degli abitanti del campo stesso. Lo stesso regolamento prevede inoltre il rinnovo annuale, tramite controlli sull’effettiva permanenza dei Nomadi al suo interno.

Considerato che: durante la Commissione Consiliare “Sicurezza e vivibilità urbana”, svoltasi il 21.10.2014 presso la sala Romita del Comune di Tortona, venivano sollevate dallo scrivente preoccupazioni in merito alla situazione, manifestando l’urgenza di dover redigere un nuovo regolamento e sottolineando l’annosa insolvenza del Comune di Tortona nei confronti della società Gestione Acqua per il debito di oltre 97.000 euro generato dal campo Nomadi.

Visto che: nella suddetta Commissione Consiliare il Sindaco aveva espresso una chiara e netta posizione per risolvere questa intricata situazione e che lo stesso aveva dichiarato “E’ volontà dell’Amministrazione Comunale risolvere il problema in quanto se gli abitanti usufruiscono di un servizio pubblico devono farsi carico del pagamento del servizio fruito come tutti i cittadini”.

Ritenuto che: predetta richiesta di redazione di un nuovo regolamento porterebbe alla regolarizzazione di questa ormai caotica situazione, anche perché i residenti Sinti Italiani, non essendo  tutelati da un regolamento e non avendo ottenuto le necessarie volture dei contatori dell’acqua ora in capo al Comune, si trovano in posizione discriminata mentre potrebbero essere messi in condizione di pagare le proprie utenze come gli altri cittadini Tortonesi.

Visto che:  ad oltre tre anni e mezzo di distanza, in occasione della Commissione “Sicurezza e vivibilità urbana” dello scorso 20.03.2018, lo scrivente aveva ulteriormente risollevato la necessità di procedere, una volta per tutte, alla stesura di un nuovo regolamento ed alla voltura dei contatori dell’acqua, attraverso una nuova richiesta di  convocazione di una Commissione Sicurezza urgente per trattare la questione ormai procrastinata oltre misura e ad oggi mai evasa.

 

Alla luce: dell’Interpellanza a risposta orale, concernente lo stesso oggetto di questa mozione, presentata sempre dallo scrivente durante il Consiglio Comunale del 23 maggio 2018 – allo scopo di avere risposte, chiarimenti e rassicurazioni in merito all’annosa vicenda – in occasione della quale lo stesso Sindaco affermava che:

“”Il Segretario Generale ha predisposto questo Regolamento che domani verrà sottoposto alla Giunta e al più presto di conseguenza, sarà sottoposto all’esame della competente Commissione Consiliare. Io ho già avuto modo di esaminarlo, è un documento che mi convince in quasi tutti i suoi punti ..omissis… ritengo che la società  Gestione Acqua su questa partita debba fare la propria parte. Noi abbiamo chiesto, per iscritto, in occasione di diverse riunioni, di intervenire e di comunque collaborare e compartecipare alla spesa perché alla fine parliamo di collocare una sessantina di nuovi contatori personalizzati. E su questo aspetto la Società non è stata molto disponibile ..omissis… con Gestione Acqua è in corso una collaborazione e una verifica in contraddittorio perché c’è poi una partita di una serie di debiti e crediti reciproci …omissis… Quindi credo di averlo detto in maniera chiara, ma lo ribadisco ancora una volta, la volontà  dell’Amministrazione è chiara. L’acqua che consumano i Sinti la debbono pagare loro e proprio per questo , e lo dirò nel passaggio successivo, abbiamo pensato e abbiamo messo a bilancio, l’avrete visto quest’ anno nel momento in cui abbiamo approvato il bilancio di previsione, l’importo necessario per risolvere la criticità dei contatori dell’acqua e tra l’altro mi permetto di segnalare che nel regolamento che a breve avrete modo sia nella commissione credo Lavori Pubblici e Sicurezza sia nella commissione Capigruppo e Statuto e Regolamenti segnalo l’Art. 7 comma 3, laddove è stato che ha per oggetto i “Requisiti per la permanenza temporanea nell’area di sosta”, la nostra intenzione è di proporre che, per poter restare nell’area di sosta, debbono essere assenti morosità pregresse nei confronti del Comune relative alla permanenza nell’area di sosta e a questo fine non saranno considerate morosità le situazioni per le quali è stato sottoscritto un piano di rateizzazione.””

 

Visto che: nel Consiglio Comunale del 23 maggio 2018, alla luce degli impegni presi dall’Amministrazione Comunale, ad oggi nessun regolamento è stato mai sottoposto a nessuna commissione e nessun tipo di contraddittorio sia stato ancora risolto con Gestione Acqua, e mancando ormai solo pochi mesi al termine del mandato di questa Amministrazione Comunale.

 SI IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA AFFINCHE’:

  1. si proceda ad attivare al più presto l’iter di approvazione del nuovo regolamento del Campo Nomadi che tra l’altro preveda un censimento dei residenti;
  2. si proceda al dovuto chiarimento sia dell’esito del contraddittorio sia dell’entità del debito reale del Comune di Tortona verso Gestione Acqua;
  3. si proceda – sempre all’interno dello stesso campo, come previsto – all’installazione dei 60 nuovi contatori personalizzati dell’acqua.

Nuova Tortona – Fabio Morreale (Capogruppo)