Dopo Diano Marina anche San Bartolomeo al mare perde turisti. I dati dell’Osservatorio Regionale del turismo indicano una perdita globale del 5% su base annuale, poco sotto ai livelli di Diano Marina che si attesta sul 6%.

Di seguito pubblichiamo la tabella ufficiale, prima però facciamo una considerazione: ma non sarebbe ora che i comuni del Golfo smettessero di farsi la guerra e invece che organizzare manifestazioni e iniziative ognuno per conto prossimo iniziassero a pensare il Golfo Dianese come unico bacino turistico?


Non sarebbe ora che si desse il via ad una valorizzazione turistica globale che comprende tutti i 7 comuni del Golfo e  dove le manifestazioni – non diciamo tutte – ma quelle più importanti, non si sovrapponessero l’una all’altra, e dove, ad esempio, ogni Comune pubblicizza e sponsorizza le manifestazioni importanti organizzati dall’altro comune in modo da avere manifestazioni per più giorni dell’anno e più gente alla singole manifestazioni.

E’ così difficile?

Non si potrebbe avere un bacino dove la promozione turistica sia a livello globale e non singolarmente e dove il campanilismo, una volta, tanto viene superato? In fondo aprliamo solo di 7 comuni e di 7 sindaci.

Si potrebbe attuare una sorta di Comitato dei 7 Comuni con Diano Marina comune centro zona, ma dove tutti lavorano con unità di intenti e verso un unico obiettivo, ma nel caso in cui qualcuno “volesse fare il furbo” le decisioni verrebbe  prese in base alla popolazione, in modo che Diano Marina, pur essendo centro zona da solo non potrà mai decidere perché non avrebbe la maggioranza dei voti e tutti sarebbe costretti a lavorare insieme per il bene dell’economia del Golfo Dianese, che – per chi non se lo ricordasse – è basata quasi esclusivamente sul turismo.

Di seguito la tabella sul flusso turistico relativo a San Bartolomeo al mare.