” PAESAGGI RITROVATI “
Mostra antologica di pittura
 
Domenica 15 Luglio 2018 alle ore 17
siete invitati all’ INAUGURAZIONE 
presso la Pinacoteca Convento dei PP. Cappuccini – Voltaggio (AL)
Per l’occasione APERITIVO IN MUSICA LEGGERA ITALIANA
con la cantante Serafina Carpari 
La Mostra sarà visitabile dal 15 Luglio al 2 Settembre 2018
Domenica e Festivi, 15.30 – 18.30
Ingresso libero ad offerta
per lavori di manutenzione del convento
 
Evento
organizzato da : L’Arcangelo Associazione Onlus Pinacoteca Voltaggio
con il sostegno di : Comune di Voltaggio, Fondazione Cassa Risparmio Alessandria , 
Viscol Spa a socio unico
in collaborazione con : Beni Culturali Cappuccini Genova
con il patrocinio di :  Provincia di Alessandria
 
INFO :
tel. 347 4608672 L’Arcangelo Ass.ne Onlus
facebook : Pinacoteca di Voltaggio
 
La pittura di Anna…
Colore e luce, che si traducono in forma, catturano da subito lo sguardo del visitatore, come elementi costitutivi dell’insieme dei dipinti esposti in mostra. Le immagini rappresentate non hanno intento descrittivo, esprimono invece un procedimento di ricerca che si avvale di piccoli schizzi, appunti, fotografie scattate dall’artista stessa, che costituiscono la sedimentazione di un vissuto, il materiale da cui prende avvio l’elaborazione del dipinto. In questa pratica di lavoro emerge il fascino delle cose osservate e la ricerca del loro significato. Vi è un rapporto intenzionale tra esperienza percettiva e impulso interiore che si fondono nel gesto pittorico. È però la luce il filo rosso della ricerca. Le marine, il bosco, la neve … risultano espressioni di luce che si frange e moltiplica e, là dove la materia è più indeterminata, la forma meno precisata, la luce si insinua, si infiltra, si diffonde come elemento costitutivo delle forme di realtà che si definiscono nella corpositá del tratto intriso di colore. La luce è nel vento, negli alberi, tra le case, sul mare… la luce è nella materia che si trasforma continuamente nelle diverse ore del giorno. La natura, sotto l’azione della luce, rivela la sua consistenza vibrante, mobile, metamorfica …L’insieme dei dipinti in mostra rivela una qualità di rapporto con la natura che interagisce con le molte possibilità di esperienza emotiva che essa offre, dal lento e solitario scorrere di un rivo in un freddo bosco invernale alla solare visione del porto di Genova, passando per la quieta campagna. E’ l’emozione del paesaggio che si traduce – secondo la luce, il clima, la qualità dell’aria, le presenze di oggetti e persone – in colore e materia.
e il suo Profilo biografico.
La predisposizione per il disegno ha da tempo indirizzato i suoi interessi verso la storia dell’arte e la pittura in particolare. In principio a catturare la sua attenzione sono state soprattutto le opere dei Macchiaioli, degli Impressionisti, dei pittori della Scapigliatura oltre che degli artisti attivi in Liguria tra la seconda metà dell’Ottocento e il primo Novecento. È invece da una decina di anni che si dedica con assiduità alla pittura, sperimentando inizialmente tecniche varie quali carboncino, tempera, china, acquerello per prediligere poi la pittura ad olio. Nei suoi dipinti affronta soggetti di tipo figurativo, in particolare il paesaggio, nel quale inserisce talora l’elemento umano. Spesso a catturare il suo interesse sono scorci che evocano atmosfere del passato oppure istantanee in bianco e nero, che ben evidenziano il gioco delle luci e delle ombre e le consentono di spaziare in modo del tutto personale a livello cromatico. Ha esposto i suoi lavori in numerose mostre personali; ma le è piaciuto anche confrontarsi con altri artisti in mostre collettive e in estemporanee. Nel 2017 ha partecipato ad Arte Genova. Tra i riconoscimenti ricevuti, le è caro ricordare il conseguimento del “Premio Galleppini” Città di Chiavari edizione 2013 e 2015.
(recensione di Elisabetta Ghezzi)