Cent’ anni e non sentirli: è davvero il caso di dirlo, quando si parla di Maria Berta, all’anagrafe Margherita, socia dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, che ha raggiunto l’ambito traguardo.
“Buona e generosa con tutti, amante dell’umorismo e della buona cucina – racconta la figlia Loredana – mia mamma gode di ottima salute e, a parte i problemi di vista e di udito, ha ancora tanta voglia di vivere”. Orfana di entrambi i genitori, Margherita è stata colpita da una rara forma di miopia parecchi anni fa, Margherita è completamente cieca e, tra le persone affette da totale disabilità visiva, è certamente tra le più longeve d’Italia attualmente in vita.
Astigiana d’origine ma alessandrina d’adozione, Margherita Berta vive con la figlia nella frazione di Castelceriolo, dove conosce praticamente tutti. “Mia mamma – spiega Loredana – è una persona molto socievole e, fino a qualche anno fa, aveva un’amica con la quale trascorreva gran parte della giornata, facendo lunghe passeggiate”.
L’elisir di lunga vita di Nonna Margherita è proprio questo: il piacere di stare in compagnia e di circondarsi dell’affetto dei parenti e degli amici.
“Nella vita – racconta lei stessa – mi sono divertita tanto, ho viaggiato molto e sono stata all’estero, amo stare in compagnia… e pensare che avevo anche pensato di prendere i voti. Adoro mangiare il pesce e ogni tanto bevo un piccolo sorso di brachetto – continua – mi sento bene e, fino al mese scorso, i valori dei miei esami del sangue erano perfetti”.

Nonostante lo scorso inverno sia stata messa a dura prova dall’influenza, Margherita è tornata presto a godere di buona salute e se può evita di prendere medicinali. Nelle scorse ore, Margherita ha festeggiato il compleanno con una delegazione dell’UICI di Alessandria, di cui la centenaria è socia dal 1990. E domenica pomeriggio, la piccola frazione alessandrina festeggerà nuovamente il compleanno. “Mia mamma – racconta la figlia, ridendo – ha invitato mezzo paese”.
“I giovani, il lavoro e gli anziani sono le nostre priorità – spiega Luciano Paschetta, commissario straordinario dell’UICI di Alessandria – Margherita è l’esempio tangibile di come un anziano non vedente possa condurre una vita normale tra le mura di casa, purché correttamente assistito e sostenuto dalla famiglia”.