Dal 16 sino al 28 Aprile era attivo, nella città di Alessandria, un particolare servizio straordinario di controllo del territorio, con la collaborazione giornaliera e costante, su tutti i quadranti orari, dei nuclei speciali del Reparto Prevenzione Crimine della Regione Piemonte finalizzato alla prevenzione e contrasto delle diverse forme di criminalità, con particolare attenzione al contrasto dei reati predatori nonché controlli amministrativi in questo capoluogo.

[wp_bannerize_pro orderby="random" categories="322"]

Le attività erano coordinate da personale della Divisione Polizia Amministrativa, Sezione Volanti, Squadra Mobile e coadiuvato da personale della Polizia Ferroviaria, dei Reparti Prevenzione Crimine Piemonte, della Polizia Locale e con il supporto dell’unità cinofila.

Si è, infatti, palesata l’opportunità di elaborare una progettualità di intervento mirata all’intensificazione dell’attività di controllo del territorio durante il periodo primaverile, in quanto, è in questo periodo che, negli anni precedenti, il fenomeno dei furti soprattutto in abitazione e negli esercizi commerciali, nonché, seppur con numeri ridotti, quello delle rapine, ha subìto un incremento rispetto agli altri mesi.

L’attuale situazione, seppure nel complesso in generale calo, presenta comunque aspetti che devono essere adeguatamente attenzionati e quindi contrastati, per evitare che il fenomeno riprenda consistenza, tramite la funzione preventiva e deterrente di controlli sistematici e mirati.

Nell’arco delle settimane del servizio, sono stati effettuati svariati posti di controllo e controlli amministrativi in diverse attività commerciali della zona. La prefata attività ha permesso di identificare nr. 358 di cui 111con precedenti di polizia e 138 cittadini extra unione europea; Sono stati controllati nr. 645 veicoli con il sistema automatizzato “Mercurio” per il controllo delle targhe.

L’azione di controllo, messa in campo anche da personale della Divisione Amministrativa, è stata estesa a 11 esercizi pubblici comprese sale slot machine, night club e locali notturni cittadini; nel corso delle verifiche sono state accertate violazioni amministrative nei confronti, in particolare, di un circolo ricreativo a cui sono state contestate diverse violazioni, quali la somministrazione di cibi e bevande a persone non munite di tessera di affiliazione al circolo e per non aver ottemperato al controllo delle disposizioni sul divieto di fumo, permettendo di fumare all’interno del locale.

All’interno dei locali venivano, altresì, individuati due soggetti, stranieri irregolari, invitati ai sensi dell’art. 15 TULPS a regolarizzare la propria posizione sul territorio italiano uno dei quali con a carico un decreto di espulsione emesso dal Prefetto di Alessandria.

Con la cooperazione dell’unità Cinofila della Polizia Locale, è stato possibile individuare, celate su 2 avventori di una discoteca,   sostanze stupefacenti di tipo hashish e marijuana, sottoposte a sequestro amministrativo. Ai responsabili è stata contestata la violazione amministrativa di cui all’art. 75   d.p.r. 309/90.

Il Questore Michele Morelli ha fornito indicazioni alla Divisione Anticrimine della Questura per la verifica della posizione giuridica dei soggetti gravati da precedenti penali ai fini dell’applicazione di Misure di Prevenzione, ovvero di quei provvedimenti di competenza questorile, quali Avviso Orale e Foglio di Via Obbligatorio, che colpiscono le persone pericolose per l’ordine e la sicurezza pubblica.