Il banco di prova erano le feste pasquali. Lo avevano annunciato i Vigili urbani: “Vediamo come va la situazione con l’arrivo di tanta gente e poi vedremo come comportarci”.

Ci riferiamo ovviamente al semaforo di Viale Matteotti all’incrocio con l’Aurelia (nella foto), l’unico ancora funzionante e quasi un’istituzione per Diano Marina.


Da settembre, visto lo spostamento della stazione e il traffico che è diminuito, o almeno – senza il passaggio a,livello – è diventato più fluido, il Comune aveva deciso di lasciarlo sempre lampeggiante per verificare la possibilità di toglierlo, migliorando così la viabilità e le lunghe code che si formavano in fondo a vile Matteotti col semaforo rosso.

Sono passate le feste natalizie senza intoppi, ma il Comune, anche in vista dell’estate quando il flusso di pedoni è sicuramente maggiore, voleva un secondo banco di prova come quello delle feste pasquali e l’esperimento è riuscito.

“I risultati sono positivi – dicono in Comune a Diano Marina – il traffico è più scorrevole, ci sono meno code e ingorghi. La situazione così è senz’altro migliore.”

Il semaforo quindi non ritornerà a funzionare col verde e col rosso. Forse in un prossimo futuro verrà tolto, ma per ora e almeno per tutta l’estate continuerà a funzionare solo con l’arancione lampeggiante. Ovviamente rimane ancora il nodo dell’attraversamento pedonale che forse verrà risolto in maniera diversa.

L’idea di realizzare una mini rotonda sormontabile cosiddetta di “seconda generazione” , con costi non contenuti per le casse comunali perché bisognerebbe “tagliare” una fetta di marciapiede, sta lasciando spazio ad altri interventi.

“Il problema dell’incrocio in viale Matteotti – concludono in municipio –  è l’attraversamento pedonale, per questo motivo vediamo cosa succederà in estate quando ci saranno le manifestazioni. Al limite se dovessero verificarsi problemi non facciamo altro che ripristinarlo temporaneamente. Di sicuro, nel frattempo verranno effettuati interventi per migliorare l’incolumità dei pedoni”.

Le ipotesi allo studio sono diverse fra cui una maggiore segnalazione delle strisce, anche con un’illuminazione e cartelli luminosi ad hoc.