È stato un successo il convegno che si è svolto ieri pomeriggio, sabato 10 marzo, sul teatro di figura e su Peppino Sarina, presso la sala del ridotto del teatro civico di Tortona in via ammiraglio Mirabello.

Un convegno che ha visto il burattinaio Walter Broggini coordinatore di una manifestazione dedicata tutta l’insegna del ricordo di Peppino Sarina.


Ha aperto i lavori Alessandra Genola, presidente dell’associazione “Peppino Sarina” che ha sottolineato come dopo l’apertura dell’atelier nel 2004 presso la sala della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona,  rimasto aperto per quattro anni si è cercata una soluzione diversa: “Ci abbiamo creduto – ha detto Genola- e voglio dedicare questa importante momento ricordando Mario Foderaro.“

Molto importante l’intervento del Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona Dante Davio: “Sono felice orgoglioso di dividere questo momento a lungo sognato- ha detto Dante Dario- perché si tratta di valorizzare un patrimonio molto importante per la città che appartiene a tutta la storia di Tortona. Un patrimonio di alto valore pedagogico è il primo obiettivo della Fondazione è stato quello della messa in sicurezza. Peppino Sarina è un artista di fama nazionale e mi piace pensare che in questo momento lui e Teresa stiamo sorridendo.“

Ha fatto seguito poi, l’intervento dell’assessore alla cultura Marcella Graziano: “Sono molto commossa-ha detto-perché è un momento importante preceduto da molti anni di lavoro. È una tradizione che continua con la stessa forza del passato. Siamo tra i pochi comuni in Italia che porta avanti il teatro di figura ed è un patrimonio culturale importante. Lo facciamo perché siamo gente di Sarina.“

L’assessore sottolineato che con l’inaugurazione dell’atelier Sarina inizia il progetto di vivere insieme palazzo Guido bono destinato a diventare il il museo della città di Tortona infatti oltre all’Atelier ci sarà anche il museo civico e altro.

Tantissime le personalità presenti al convegno di sabato tra cui l’assessore del Comune di Broni dove è nato Peppino Sarina poi Ugo Rozzo già direttore della biblioteca di Tortona, Angelo Anetra curatore del materiale di scena della famiglia Sarina e molti altri.

Molto importante l’intervento di Gianpaolo Bovolone presidente storico dell’associazione Sarina: “è una storia lunghissima-ha detto-che nasce nel 2004: per quattro anni abbiamo avuto l’Atelier Sarina che ospitava 1000 bambini all’anno poi per motivi di sicurezza è stato chiuso e da lì è iniziato il lungo percorso che ci ha portato fino ad oggi con l’apertura della Atelier a Sarina a palazzo Guidobono.