Un volume di 114 pagine di poesie e racconti ambientati quasi tutte nell’area novese che descrivono uno spaccato di vita che per molti versi adesso non c’è, fagocitato dai cambiamenti e dalla tecnologia moderna che provoca stress.

Questo, in sintesi il libro “Istantanee, ironia e sentimento” di Marisa Giacobbe, presentato venerdì pomeriggio, presso la Biblioteca Civica di Tortona da Andrea Bobbio.


Un libro che narra anche l’infanzia dell’autrice di un tempo che risale a diversi decenni fa, vissuto nella campagne novesi, dove non esistevano telefoni cellulari e altri mezzi di comunicazione immediati e dove il tempo e le storie erano ancora quelle degli anni sessanta, di una vita cioé oggi immaginaria per chi vive col mondo racchiuso in una mano per concludere poi con gite nelle moderne città Italiane ed Europee, Milano, Parigi ed altre, ai tempi nostro col cellulare in mano leggendo sms, ma sempre con un’aria poetica che rappresenta l’anima dei testi.

Questa è  Marisa Giacobbe è nata a Novi Ligure, dove vive e scrive, da sempre e per passione, poesie e racconti in italiano, in inglese e francese e racconta la vita attraverso scenari vissuti ed amati.
Alcune sue poesie sono inserite nell’Antologia dei Poeti Alessandrini e in 4 antologie dell’Editore APE -Agostino Pensa Editore di Terni; in 2 antologie di Akkuaria di Catania: “Con gli occhi di un gatto” del 2007 e “D’acqua è il tuo nome” del 2009.

Il libro è edito da Pathos Edizioni Torino e presentato al 30° Salone Internazionale del Libro di Torino, una raccolta di poesie e racconti che celebrano la vita, l’amore, i luoghi cari all’autrice.