Tortona diventa più bella: i recenti lavori avviati dal Comune a Palazzo Guidobono (futura sede del Museo) e all’ex convento dell’Annunziata sono molto importanti e ne spieghiamo il perché.

Le opere in corso a Palazzo Guidobono sono mirate a rendere il complesso architettonico una struttura espositiva di alto livello.


Gli ultimi lavori al piano interrato hanno reso possibile il recupero di un ulteriore locale a naturale prosecuzione della sala prospiciente, ampliando gli spazi espositivi del Museo Archeologico di imminente allestimento.

Al fine di un corretto risparmio energetico tutti i locali del piano interrato del Museo sono stati dotati di lampade a led.

L’intervento finanziato mediante contributo della UBI Banca Regionale Europea è in fase di conclusione.

Seguirà un lotto di lavori di restauro conservativo della copertura della manica prospiciente Via Ammiraglio Mirabello ed il giardino archeologico.

Questi lavori saranno realizzati mediante contributo della Fondazione Compagnia di San Paolo e inizieranno nel mese di marzo.

Sono inoltre già stati affidati due lotti di intervento di adeguamento e miglioramento degli apparati tecnologici ed impiantistici, il tutto finalizzato a rendere perfettamente funzionale e funzionante il Palazzo nel suo complesso.

Nel contempo proseguono anche i lavori al complesso dell’Annunziata mediante la realizzazione di interventi di restauro conservativo di un cassettonato ligneo del Seicento, con l’integrazione degli altri cassettonati su disegno antico, con il recupero delle originarie volumetrie, con la realizzazione di una scala interna indispensabile per una corretta riqualificazione funzionale e con la creazione di tutti gli impianti tecnologici necessari per una buona fruizione.

Questi lavori, finanziati mediante fondi comunali, termineranno in primavera e consentiranno di rendere fruibile ai Cittadini una struttura tra le più importanti e significative sia a livello storico che architettonico.