Incredibile ma vero: gli stranieri invece che ringraziarci per l’ospitalità che diamo loro, se la prendono col nostro Paese danneggiando la cosa pubblica. E la giustificazione qual’é? Un passante che lo ha guardato male.

E’ accaduto ieri pomeriggio a Diano Marina.


Un poliziotto della Questura di Imperia, era intento a sorseggiare un caffè all’interno di bar del centro quando uno dei camerieri si accorge che poco distante dal bar una persona stava danneggiando una colonnina dell’illuminazione pubblica comunale.

Il vandalo riusciva addirittura rimuovere dalla sede stradale la colonnina.

Il cameriere che sapeva che il suo cliente prestava servizio nella polizia, lo avvisa: “guarda cosa sta facendo quel giovane” gli dice e il poliziotto interviene.

Esce dal locale e vede il giovane che dopo aver sradicato il lampione si allontana come se nulla fosse.

Il poliziotto si avvicina e gli intima di fermarsi, ma il giovane resosi conto di essere stato scoperto, reagisce violentemente e nasce una colluttazione.

Alla fine il poliziotto, non senza fatica, e grazie anche all’intervento della pattuglia dei carabinieri tempestivamente intervenuta grazie ad una segnalazione,riesce a bloccare l’autore del vandalismo che viene portato in caserma e identificato: è uno straniero di origini bangladesi di appena 23 anni.

Lo straniero, risultato essere in regola con il permesso di soggiorno, è stato denunciato dalla Polizia di Stato per danneggiamento, oltraggio, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Il poliziotto è stato costretto a rivolgersi ai sanitari del Pronto Soccorso di Imperia dove gli sono stati diagnosticati quattro giorni di prognosi per le lesioni riportate.

La vicenda si è conclusa in modo incedibile: quando il poliziotto ha chiesto al giovane il motivo del vandalismo, lui per tutta risposta ha dichiarato di averlo fatto per lo sguardo non gradito di un passante.

Chissà se al loro Pese questi individui possono permettersi di fare queste cose…..

La risposta mi sembra ovvia…..

Angelo Bottiroli