Ogni tanto lo facciamo: troviamo sul web un articolo che merita risalto e così decidiamo di pubblicarlo su Oggi Cronaca.

E poco importa se facciamo pubblicità gratis ad un altro giornale, ma in casi come questi l’autore è stato così bravo che merita il nostro riconoscimento.


Parliamo di mare: chi scrive ama il mare e ama Diano Marina come forse neanche i dianesi che sono nati lì la amano, ma per gli amanti del mare, l’isola di Bali è stato sempre qualcosa di poetico e bello, con spiaggia fine e e mare cristallino, però vendendo la foto in alto e leggendo l’articolo su Rolling Stones (http://www.rollingstone.it/rolling-affairs/reportage/se-due-centesimi-a-busta-vi-sembrano-troppo-non-venite-piu-a-bali/2018-01-04/#part1) qualche dubbio affiora.

Non è un fotomontaggio: c’è anche un filmato che documenta lo scempio.

 “Mi chiamo Jacopo Simonetta – si legge su quel giornale online – e sono un milanese che vive a Bali da 17 anni. In questi giorni, mentre in Italia litigate per i due centesimi spesi per un sacchetto di plastica biodegradabile, molti di voi, come ogni anno nuovo che si affaccia, staranno già cercando i loro voli per la prossima vacanza a Bali. Forse lo farete nei prossimi mesi, siete tantissimi a fare le vacanze in Indonesia. Allora voglio raccontarvi cosa sta succedendo qui, nella mia, nella vostra amata Bali da qualche anno per colpa della plastica. 

Bali sta morendo

Qualche mattina fa ho fatto 30 minuti di corsa da Seminyak a Kuta e quei 30 minuti mi hanno lasciato senza parole. Credetemi. In 17 anni di Bali non ho mai visto niente del genere. Un mare di plastica in una delle spiagge più famose di Bali: Kuta Beach. Guardate il video che ho girato e ditemi se riconoscete la spiaggia del surf, delle feste, dei bagni di sole.” 

L’articolo continua sul link che vedete sopra e per noi è stato shockante.

Non avevamo dubbi sulla bellezza di Diano Marina e mai l’avemmo paragonata a Bali, ma dopo questo articolo ci teniamo stretta la nostra Diano…..