A Novi Ligure, nel corso di una conferenza stampa, è stato ufficializzato il trasferimento delle sedi dell’Inps (Istituto Nazionale Previdenza Sociale) e del Centro per l’Impiego presso Palazzo Pallavicini, sede storica del Comune.

Da circa un anno, infatti, gli uffici comunali sono stati trasferiti nella sede di Palazzo Dellepiane e quindi Palazzo Pallavicini, che già attualmente ospita alcuni servizi esterni quali quelli del Cit (Consorzio Intercomunale Trasporti), Csr (Consorzio Servizi Rifiuti), Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale)   Cpia (Centro Permanente per l’Istruzione degli Adulti), ha la possibilità di mettere a disposizione ulteriori uffici, che saranno destinati all’Inps e al Centro per l’Impiego.


Il piano nobile, che attualmente ospita ancora l’Ufficio del Sindaco e del Segretario Generale, rimarrà comunque a disposizione dell’Amministrazione comunale per eventi culturali, di rappresentanza o per la celebrazione di cerimonie.

Il Sindaco, Rocchino Muliere, presentando il progetto insieme al Direttore regionale dell’Inps, il dott. Giuseppe Baldino, e alla Direttrice del Centro per l’Impiego, la dott.ssa Margherita Fusaschi, ha sottolineato come il progetto sia stato fortemente voluto soprattutto per offrire un servizio migliore ai cittadini: «Molte persone usufruiscono di questi due enti, una migliore ubicazione in centro storico costituisce sicuramente un vantaggio per gli utenti. Altrettanto rilevante  – ha aggiunto Muliere – è il fatto che spesso si possa avere bisogno prima dell’uno e poi dell’altro, o addirittura contestualmente di entrambi gli enti per delle pratiche; anche per questo, il fatto che si troveranno nello stesso edificio costituirà un ulteriore vantaggio, evitando spostamenti inutili e perdite di tempo».

Il dott. Baldino ha ringraziato l’Amministrazione comunale per il fatto che si stia lavorando affinché il trasferimento si concretizzi quanto prima. «L’ottima sinergia con il Centro per l’Impiego e il fatto di trovarsi vicini – ha spiegato il Direttore dell’Inps -, sarà un vantaggio per i cittadini e anche per coloro che lavorano e quindi è la soluzione più adeguata per Novi. Tengo a sottolineare – ha aggiunto Baldino – che se non ci fosse stata questa possibilità concreta e la totale disponibilità da parte dell’Amministrazione comunale, sarebbe stata a rischio la presenza della sede Inps a Novi, come purtroppo è successo in altre città vicine».

Anche la dott.ssa Fusaschi si è detta soddisfatta per il futuro trasferimento, confermando l’impegno per rendere proficua la collaborazione.

Attualmente il Centro per l’Impiego conta nove dipendenti, mentre l’Inps ne ha circa il doppio. Il trasferimento permetterà di creare un vero e proprio centro servizi nel cuore della città e si inserisce tra le varie iniziative previste nel progetto di rilancio del centro storico. La predisposizione degli uffici non necessita di particolari interventi strutturali, per cui è possibile ipotizzare che lo spostamento delle sedi venga effettuato entro la prima metà del prossimo anno.