La Globoconsumatori Onlus, per conto di un suo associato abitante ad Acqui Terme, ha aperto un reclamo con procedura urgente di conciliazione, nei confronti di una società fornitrice di Gas.
L’esorbitante importo scaturito nella fattura, è altamente probabile derivi da un problema tecnico al contatore, per altro già segnalato da tempo dall’utente al fornitore, nonché da un conguaglio che, come illecita prassi, tale fornitore è uso effettuare ed in questo caso dopo
ben 5 anni.
Come chiaramente appare sulla bolletta allegata, tutte le fatture ricevute, sono state regolarmente pagate dall’utente.
L’anomalia, deriva dal fatto che, in non ottemperanza delle norme, il fornitore, tramite il distributore, deve inviare periodicamente ed in base ai consumi dell’utenza, a rilevare i numeri del contatore, cosa che non effettua quasi mai, dati i costi del personale “letturista”.
Desideriamo rammentare che non è un obbligo per l’utente inviare la telelettura dei consumi, mentre lo diventa per il fornitore rilevare i segnanti del contatore.

Come sopra specificato la Globoconsumatori Onlus, sempre molto attenta a tutelare i diritti dei consumatori, ha aperta, con procedura d’urgenza, la pratica di tentativo di Conciliazione presso l’Autorità per l’Energia ed il Gas, onde bloccare qualsiasi tipo di azione a tutela del
suo associato, da parte dell’azienda fornitrici e fino all’esaurimento delle procedure previste dalle normative vigenti.


Globoconsumatori -Alessandria