I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Imperia e della Compagnia di Ventimiglia hanno arrestato, nelle prime ore della scorsa notte, S.D., 43enne, già noto alle forze dell’ordine, nell’ambito dei servizi straordinari di controllo del territorio che il Comando provinciale sta eseguendo nella zona di confine.

L’individuo è stato fermato in corrispondenza del casello autostradale di Ventimiglia a bordo di un veicolo in ingresso dalla Francia, anche grazie al rilevamento della targa francese, segnalata come rubata qualche giorno fa.


I Carabinieri, fermato il veicolo, hanno quindi proceduto al controllo del conducente.

L’ispezione del veicolo ha portato al rinvenimento di cinque borsoni. Circostanza normale, se non fosse che il cane antidroga – unità impiegata sovente per i controlli nell’area – è letteralmente “impazzito” appena avvicinato al veicolo. All’apertura dei borsoni, i militari hanno trovato 150 kg di hashish, suddiviso in mattonelle dal peso omogeneo di 500 grammi circa, confezionati e sigillati (ma non perfettamente, vista la reazione del cane) con nastro e nylon di colore nero.

L’arrestato è stato quindi trasferito al carcere di Imperia a disposizione dell’autorità giudiziaria.