Nuove prescrizioni restrittive nei confronti del Biodigestore alla periferia di Tortona da parte di Comune, Arpa e Provincia di Alessandria.

Arrivano per risolvere il problema dei miasmi che da anni si ripropongono provocando disagio alla popolazione tortonese.


A tal proposito nell’estate scorsa, sulla base delle analisi olfattometriche condotte dal Dipartimento Arpa, la Direzione Ambiente della Provincia di Alessandria, aveva provveduto a chiedere una serie di interventi migliorativi all’impianto del biodigestore e ad emettere un primo atto di diffida nei confronti della Società Ecoprogetto Tortona srl.

Recentemente è stato effettuato un sopralluogo all’impianto da parte dei Responsabili di Provincia, Arpa e Comune di Tortona, per verificare l’attuazione delle prescrizioni precedentemente indicate.

Nel corso di tale verifica, pur constatando l’avvenuta esecuzione di tutta una serie di interventi migliorativi, è emersa la necessità di ulteriori prescrizioni da attuarsi per scongiurare il rischio di dare origine a fenomeni odorigeni fastidiosi per la cittadinanza.

“In stretta collaborazione con ARPA e Provincia – spiega l’Assessore all’Ambiente Davide Fara – seguiamo con attenzione questa problematica. Alcuni interventi sono stati effettuati, ma altri sono necessari per eliminare il fastidioso fenomeno odorigeno”.