E’ passata sotto silenzio un delibera importante nell’ultimo consiglio comunale di Diano Marina di cui nessuno ha riportato i particolari ma che a nostro avviso merita di salire agli onori della cronaca perché dà l’idea di come vengono spesi i soldi dei contribuenti e delle scelte fatte o di cui è costretta l’Amministrazione Chiappori.

Ci riferiamo ad una variazione di Bilancio cioè una modifica rispetto a quanto nei mesi scorsi il Comune aveva deciso di spendere e precisamente ad una spesa di 77 mila euro in più, dei quali 29 mila in campo turistico per le manifestazioni che sono state organizzate, 17 mila di contribuiti alle associazioni di cui noi siamo stati l’unico giornale a scrivere e che trovate QUI e 31 mila euro per liti, arbitrati e consulenze.


Da sottolineare soprattutto quest’ultimo aspetto: la litigiosità in cui viene coinvolto il Comune di Diamo marina sta raggiungendo picchi molto elevati e procurando un danno notevole alle casse comunale con soldi pubblici spesi per legali e cause che potrebbero essere impiegati in maniera sicuramente più proficua.