In molte altre Amministrazioni Pubbliche la “Pausa caffé” con relativa timbratura del cartellino  da parte dei dipendenti, è in vigore ormai da molto tempo, per cui anche il Comune di Diano Marina ha deciso di adeguarsi a questa esigenza dei lavoratori ed ha inserito nel Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi una modifica sull’orario di lavoro, disciplinando così questa esigenza di molti lavoratori.

D’ora in poi, durante l’orario di lavoro ogni dipendente ha diritto ad un breve intervallo dalla propria attività lavorativa da utilizzarsi come “pausa caffè” un’unica volta come segue:


Nel caso in cui venga effettuata all’esterno dei locali di lavoro (cioé Comune ed uffici decentrati) dovrà essere appositamente timbrata con il sistema di rilevazione in uso (utilizzando l’apposito codice alfanumerico), non dovrà superare i 15 minuti, dovrà essere recuperata, di norma nella stessa giornata e comunque non oltre il mese di riferimento;

La fruizione della pausa – caffé dovrà essere organizzata in modo tale che gli uffici non restino in alcun modo sguarniti e sia pertanto sempre garantita la presenza in loco di adeguate unità di personale.

In ogni caso la pausa non dovrà in alcun modo essere in conflittualità con le esigenze di servizio che devono sempre e comunque trovare preminenza.

Il personale operante all’esterno (operai, autista) dovrà consegnare mensilmente e precisamente entro il giorno 3 del mese successivo al proprio responsabile di Settore una dichiarazione contenente gli orari in cui si è assentato dal servizio per la fruizione della pausa caffè (nel rispetto dei 15 minuti, sottoscrivendola.

Esclusivamente gli Agenti di Polizia Municipale che svolgono il servizio su strada segnaleranno la fruizione della pausa caffè telefonicamente o via radio al Comando; in questo caso la pausa non configurandosi come interruzione dal servizio, permanendo il contatto radio è consentita per il solo tempo necessario alla consumazione e non deve essere recuperata.

La mera asportazione di prodotti presso i distributori automatici situati all’interno delle sedi di lavoro non comporta timbratura né recupero del tempo occorso all’asporto; In questo caso l’asportazione dei prodotti non deve comportare sosta innanzi al distributore medesimo o nei
locali dove i distributori sono situati o in altri locali è pertanto escluso lo stazionamento davanti ai distributori per la consumazione.

Come si può notare è un ottimo regolamento perché  riconosce l’esigenza dei lavoratori di fare una pausa per spezzare lo stress da lavoro e al tempo stesso disciplina nero su bianco l’attività, evitando abusi e violazioni.