Il Comune di Diano Marina ha dato il “via Libera” alla società Gestioni Municipali presieduta dall’Amministratore unico Domenico Surace, per effettuare i lavori di difesa del porto turistico dalle mareggiate.

Il progetto relativo alla ristrutturazione morfologica della bocca portuale del porto a firma dell’Ing. Paolo Gaggero, presentato da Gestioni Municipali il  19 ottobre del 2015, ha finalmente concluso il suo lungo iter procedurale e adesso  gestioni Municipali potrà dare il via ai lavori.


Domenico Surace

“Si tratta di un intervento molto importante per la difesa del porto gestito da GM – dice Surace – non più dilazionabile. Entro un mese contiamo di dare il via alla gara d’appalto nella speranza che i lavori possano iniziare già a fine anno o al più tardi nel mese di gennaio. L’intervento che prevede la costruzione di una barriera per evitare che le onde entrino nel porto creando evidenti danni e disagi avrà una durata complessiva di circa due mesi.”

La somma ipotizzata e stanziata nel Bilancio di gestioni Municipali è di 380 mila euro: ma noi – conclude Surace – speriamo di risparmiare qualcosa con il ribasso a base d’asta.”

Il progetto dopo la presentazione in comune nell’ ottobre 2015 era passato al vaglio della conferenza dei servizi il 17 ottobre dello stesso anno dove erano state richieste integrazioni al progettista. Queste ultime sono state presentate il 12 gennaio di quest’anno, quindi il 23 febbraio scorso altra conferenza dei servizi per poi passare al vaglio della Regione Liguria con la quale sotto il profilo del paesaggio ha espresso parere favorevole, con le apposite prescrizioni che il parere vincolante che avrebbe dovuto essere espresso dalla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Genova e le province di Imperia, La Spezia e Savona, la quale però non ha espresso alcuna posizione dal 20/11/2015 per cui vige il silenzio/assenso.

Ecco un’altro motivo per cui si è dovuto attendere molto tempo prima di autorizzare GM ad avviare la procedura per l’inizio dei lavori.

Prima dell’inizio degli stesi, tuttavia GM dovrà procedere ad effettuare le comunicazioni del caso necessarie a garantire la sicurezza della navigazione nonché tutte le altre comunicazioni previste dalla normativa vigente.