Le segnalazioni da parte dei genitori sembrano parecchie, tant’è che il consigliere della lisa civica “Nuova Tortona” Fabio Morreae ha fatto sue “A di numerose segnalazioni giunte allo scrivente dalle famiglie utenti circa la seria preoccupazione sull’attuale gestione  naturalmente volta al risparmio e carente degli educatori previsti – dice il consigliere – chiedo al sindaco Gianluca Bardone e all’ l’Amministrazione Comunale, di fornire  delucidazioni in merito: all’attuale situazione in essere; alla qualità del servizio, fornendo rassicurazioni in merito; al rispetto della garanzia dei livelli occupazionali degli educatori, citati nella deliberazione n. 106 del 17.07.2017 e nella determinazione dirigenziale 519/2017 e al capitolato di appalto, che ha previsto cose diverse rispetto a quanto indicato nelle precedenti delibera dell’organo di indirizzo e determina dirigenziale.”

Di seguito il testo integrale dell’interpellanza


Sig. Sindaco del Comune di Tortona

Sig. Presidente del Consiglio Comunale

 

INTERPELLANZA

 

OGGETTO:   Partenariato pubblico privato per la realizzazione e la gestione di servizi educativi per la prima infanzia del Comune di Tortona.-

Il sottoscritto Consigliere Comunale del Gruppo Consiliare della Lista Civica Nuova Tortona, intende proporre al Consiglio comunale l’interpellanza a risposta orale secondo quanto di seguito specificato.

 

Premesso che:

 

  • L’Amministrazione Comunale, in data 02.05.2017, ha riunito il comitato di gestione degli Asili nido durante il quale ha comunicato di aver avviato la procedura per l’affidamento di quanto in oggetto, rassicurando sul mantenimento delle modalità di erogazione del servizio e sul mantenimento dei posti di lavoro del personale impiegato.

 

  • Alla data del 05.06.2017, dopo varie sollecitazioni da parte degli utenti, l’Amministrazione Comunale ha organizzato una riunione con i genitori, durante la quale sono state date garanzie sul servizio agli utenti e sul mantenimento dei posti di lavoro del personale impiegato.

 

  • Successivamente, in data 17.07.2017, è stata approvata dalla Giunta Comunale la deliberazione 106  alla quale fa seguito la determinazione dirigenziale  519/2017, del Settore Servizio Servizi alla Persona e alla Comunità, nella quale risulta essere  chiaro ed esplicito (come già disposto dall’organo di indirizzo) quanto segue:
  • che la Giunta Comunale, con Deliberazione n. 106 del 17.7.2017 che, con il presente provvedimento, si richiama integralmente, ha stabilito i principi e le linee di indirizzo dei PPP da costituire con soggetti privati;
  • che i principi guida del PPP sono i seguenti:
  1. trasparenza, concorrenzialità, anticorruzione, garanzia di parità e accesso;
  2. contenimento dei costi, mantenimento dell’offerta attuale dell’Amministrazione, investimenti privati finalizzati alla migliore fruizione dei servizi;
  3. pubblicazione di due avvisi per manifestazione di interesse separati per il polo infanzia comunale e per l’individuazione di un soggetto con disponibilità di spazi per la realizzazione di un servizio di Asilo Nido per almeno 40 posti in area urbana;
  • che le linee di indirizzo per la realizzazione dei PPP sono le seguenti:

POLO INFANZIA COMUNALE

  1. mantenimento dei posti a disposizione (Asilo Nido Arcobaleno, Micro-nido Mary Poppins);
  2. importo complessivo non superiore agli importi disponibili per 5 anni, oneri fiscali inclusi;
  3. garanzia di rendere pienamente operativo e funzionale il baby parking (affiancamento procedura di autorizzazione al funzionamento e altri oneri ed attività connessi e conseguenti);
  4. collaborazione nella realizzazione di ogni azione volta al mantenimento delle autorizzazione al funzionamento;
  5. garanzia dei livelli occupazionali e inserimento di apposite clausole sociali;
  6. collaborazione nella realizzazione di un piano finanziario sostenibile finalizzato al funzionamento ottimale dei servizi;
  7. garanzia di mantenere e promuovere i livelli qualitativi nella fornitura del servizio;

POSTI INTEGRATIVI

  1. individuazione di un soggetto privato che metta a disposizione spazi adeguati ed autorizzati per 40 posti di asilo nido riservando una congrua percentuale di riserva per lattanti;
  2. importo complessivo dell’investimento pubblico non superiore agli oneri disponibili annui per 5 anni, oneri fiscali inclusi;
  3. disponibilità delle necessarie autorizzazioni al funzionamento;
  4. locali situati nel centro urbano, al fine di garantire l’agevole fornitura del servizio per l’utenza anche priva di auto;
  5. garanzia dei livelli occupazionali e inserimento di apposite clausole sociali;
  6. collaborazione nella realizzazione di un piano finanziario sostenibile finalizzato al funzionamento ottimale dei servizi;
  • che, in coerenza con quanto sopra evidenziato, il Comune di Tortona partecipa alla rete dei servizi territoriali per i minori sia con interventi e servizi a gestione diretta, sia avvalendosi di collaborazioni, convenzioni e contratti con soggetti esterni, in possesso dei necessari requisiti di affidabilità e professionalità, selezionati mediante le procedure pubbliche previste dal vigente Codice dei Contratti pubblici;
  • che l’Amministrazione comunale intende garantire ai minori la massima qualità dei servizi e si propone di sostenere le famiglie nell’esercizio delle responsabilità genitoriali di cura, assistenza, educazione e socializzazione dei minori in fascia d’età 0-3 anni con idonei servizi;
  • che, al fine di perseguire gli obiettivi dell’Amministrazione, è stato predisposto un avviso di selezione finalizzato ad acquisire manifestazioni di interesse;
  • che le manifestazioni di interesse presentate verranno valutate secondo le modalità previste nella documentazione al presente provvedimento come parte integrante e sostanziale;
  • che alla conclusione della procedura di valutazione verranno costituite, con i soggetti selezionati, apposite convenzioni di partenariato pubblico privato contenenti il relativo quadro economico e la regolamentazione degli oneri e dei rischi assunti.

 

Considerato che:

 

  • Nell’avviso di selezione pubblica privata per l’individuazione dei soggetti con i quali avviare un partenariato pubblico privato per la realizzazione e la gestione dei servizi educativi per la prima infanzia del Comune di Tortona datato 28.07.2017, si provvedeva a dare atto (si cita testualmente):
  • che le attività gestionali di base sono:
  1. assicurare, giornalmente, secondo il calendario definito con il Comune, l’assistenza educativa dei minori, la loro cura ed igiene, la preparazione e somministrazione del pasto, l’acquisizione dei beni, la pulizia e la conservazione di tutto quanto costituisce struttura, impianto, arredo, dotazione, ecc. dell’esercizio;
  2. coprire le spese e sostenere le responsabilità relative al personale addetto al servizio e alle attività, comprese le assicurazioni e le previdenze prescritte dalle leggi;
  3. organizzare il servizio a proprio rischio ed onere, osservando tutti gli obblighi derivanti da leggi, regolamenti e contratti vigenti, compresi quelli in materia di lavoro e di assicurazioni sociali, mantenendo in capo tutti i relativi oneri;
  4. provvedere direttamente al reperimento del personale necessario per l’esecuzione del servizio;
  5. impiegare esclusivamente personale in possesso dei necessari requisiti culturali e professionali, ancorché selezionato in piena autonomia, fatto salvo il rispetto delle clausole sociali, finalizzate a garantire i posti di lavoro;
  6. fornire al personale tesserino di riconoscimento da portare in modo ben visibile durante tutta la durata dell’orario di lavoro;
  7. fornire al personale i Dispositivi di Protezione Individuale e mettere in atto tutte le misure di prevenzione e protezione previste in materia di sicurezza del lavoro;
  8. fornire al personale idonea formazione in materia igienico-sanitaria e di sicurezza;
  9. esigere dal personale impiegato contegno e decoro durante il servizio;
  10. designare e segnalare al Comune un referente del servizio, che sia reperibile durante l’orario di lavoro, abilitato a prendere decisioni per conto del soggetto selezionato (partner), con compiti di rappresentanza dello stesso nei rapporti correnti con il Comune. Il predetto referente dovrà partecipare agli incontri di progettazione pedagogica, di programmazione organizzativa e di verifica indetti dal Comune; a lui faranno capo tutte le richieste e le comunicazioni del Comune relative all’ordinaria gestione del servizio;
  11. provvedere tempestivamente alla sostituzione del personale in caso di assenza per malattia, ferie o qualunque altra causa;
  12. risarcire, al Comune e/o a terzi, ogni e qualsiasi danno diretto ed indiretto a persone e/o cose, comunque cagionato in occasione o a causa dell’esecuzione del servizio; si riconosce, in difetto, il diritto di rivalsa da parte del Comune in qualsiasi forma consentita dalla legge, compreso il diritto di ritenzione;
  13. trasmettere copia di idonea polizza di assicurazione, a copertura di tutti i rischi e danni comunque derivanti al Comune o a terzi per effetto ed in relazione allo svolgimento del servizio. – che i servizi educativi per la prima infanzia presentano le seguenti caratteristiche:

Asili Nido: sono destinati a bambini/e di età compresa tra 13 e 36 mesi e articolati in tre sezioni per fasce d’età: piccoli (lattanti), medi (semidivezzi) e grandi (divezzi); Micro-nidi: sono destinati a bambini/e di età compresa tra 13 e 36 mesi; Baby Parking: è destinato a bambini/e di età compresa tra 13 e 36; Ludoteca: è destinata a bambini/e di età compresa tra 6 mesi e 6 anni, accompagnati da un adulto di riferimento.

 

Ritenuto che:

 

In ragione di quanto sopra esposto, e a seguito di numerose segnalazioni giunte allo scrivente dalle famiglie utenti circa la seria preoccupazione sull’attuale gestione  naturalmente volta al risparmio e carente degli educatori previsti e tutelati dall’atto sindacale come citato dalla determina dell’organo di indirizzo.

 

Interpello la S.V. affinché

 

l’Amministrazione Comunale, fornisca delucidazioni in merito:

 

  • all’attuale situazione in essere;
  • alla qualità del servizio, fornendo rassicurazioni in merito;
  • al rispetto della garanzia dei livelli occupazionali degli educatori, citati nella deliberazione n. 106 del 17.07.2017 e nella determinazione dirigenziale 519/2017;
  • al capitolato di appalto, che ha previsto cose diverse rispetto a quanto indicato nelle precedenti delibera dell’organo di indirizzo e determina dirigenziale.

 

Tortona, lì 20.09.2017

Nuova Tortona

Fabio Morreale (Capogruppo)                                                  _______________________