Raramente si vede uno scrittore così cordiale e versatile che strige le mani a tutti, sorride, si fa fotografare e risponde senza problemi a qualsiasi domanda.

Questo il commento di molti cervesi e addetti ai lavori che domenica sera hanno accolto a Cervo Paolo Cognetti, vincitore del premio Strega e del premio Strega giovani nell’ambito della serata finale di Cervo ti Strega, l’importate manifestazione culturale voluta dal sindaco Gian Paolo Giordano e magistralmente organizzata e condotta da Francesca Rotta GentileCavigioli.


Una serata di alto profilo culturale allestita anche per far conoscere Cervo uno dei borghi più belli d’Italia  (se mai ce e fosse ancora bisogno)  in ogni dove con servizi giornalistici all’altezza della situazione

“Paolo Cognetti -dice Francesca Rotta Gentile Cavigioli  – e’ rimasto molto contento della conversazione con Mughini, un dialogo serrato, contrastante e stimolante che ha rivelato un Cognetti inedito e molto generoso. GRAZIE ad entrambi. Felice di aver potuto assistere a qualcosa di tanto speciale e raro.”

“Con Francesca Pilade e Diego Genta  – aggiunge Giovanni Peirone – ho avuto l’onore di animare musicalmente con cover e soprattutto brani nostri la magica serata che celebrava a Cervo il recente vincitore del Premio Strega Paolo Cognetti, autore di un bel libro che offre molte prospettive di lettura, divorato con vivo piacere e da rispolverare più in là.
Serata splendida: letture suggestive, luogo da sogno, compagni di avventura musicale quanto mai bravi e gradevoli anche umanamente, tante care persone incontrate o riviste fra un sorriso e un cioccolatino.
Ringrazio tutti e rivolgo un ennesimo elogio a Franceca Rotta che riesce a domare le diecimila complicazioni che allestire un evento di questa portata comporta.”