L’Amministrazione Comunale di Tortona, con l’importante contributo del Tavolo Comunale delle Associazioni Animaliste, ha avviato una campagna di sensibilizzazione contro l’abbandono degli animali, problematica che ogni anno, nel periodo estivo, si ripropone purtroppo con maggior frequenza.

Questo gesto denota una forma di crudeltà inaccettabile in una società che considera spesso gli animali quali componenti della famiglia.


A Natale si registra il picco degli acquisti di cuccioli, magari senza aver prima valutato con attenzione l’impegno che comporta prendersene cura.

Spesso sono proprio le adozioni natalizie a trasformarsi in abbandoni estivi di cuccioli cresciuti e diventati ingombranti e impegnativi.

Il dolore psichico e fisico che viene loro inflitto abbandonandoli è insanabile se non con un complesso lavoro di reinserimento in una nuova famiglia, dopo l’obbligato passaggio in una struttura di ricezione di animali abbandonati.

Se non raccolti e riaffidati, sono destinati a essere investiti o a vagare come randagi diventando anche causa di incidenti stradali.

L’abbandono non riguarda soltanto cani e gatti ma pesci di acquario e tartarughe d’acqua dolce riversati in fiumi, canali, stagni, laghi e fontane: tra questi vi sono esemplari di pesci tropicali che alterano l’ecosistema faunistico fluviale creando problemi di equilibrio ambientale e distruggendo altre specie di animali acquatici; riguarda animali esotici come serpenti e iguana; riguarda piccoli roditori e conigli da compagnia che, essendo domestici, sono destinati a morte quasi certa, preda di animali carnivori.

Il Regolamento di Tutela degli Animali del Comune di Tortona, all’art. 10 prescrive che “E’ severamente vietato abbandonare qualsiasi tipo di animale, sia domestico che selvatico, sia appartenente alla fauna autoctona che esotica, in qualunque parte del territorio comunale, compresi giardini, parchi e qualsiasi tipologia di corpo idrico.”

L’articolo 727 del Codice Penale prescrive che “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

La legge è chiara ma non basta a scoraggiare comportamenti criminali; pertanto, è necessaria un’operazione culturale che parta da Istituzioni e Associazioni per arrivare alle famiglie in cui vivono animali affinché questi ultimi non siano abbandonati per alcuna ragione.

Inoltre, sul portale del Ministero della Salute sono a disposizione informazioni e consigli utili per viaggiare in Italia e all’estero con il proprio animale, in automobile, in aereo, in nave e in treno.

Nel caso in cui non si possa portare l’animale in viaggio, si consiglia di rivolgersi a strutture in grado di accoglierli, chiedendo anche consiglio alle associazioni presenti sul territorio.

La Città di Tortona – Servizio Tutela Animali, con il contributo del Tavolo Comunale delle Associazioni Animaliste, con l’affissione di manifesti e la pubblicazione di informazioni utili sul sito istituzionale dell’Ente, intende sostenere una campagna educativa facendo leva sull’empatia e sul rispetto della legge, invitando ad un comportamento corretto.

L’Amministrazione Comunale ed il Tavolo delle Associazioni Animaliste augurano a tutte le famiglie e ai loro animali buone vacanze.