A divulgare la notizia è il consigliere di minoranza del Movimento Cinque stelle di Diano marina, Simone Borgarello, che analizzando i dati ufficiali del Comune, fa rilevare che gli automobilisti multati dai Vigili urbani di Diano marina son restii a pagare le multe.

“Se per le altre sanzioni paga l’85% di coloro ai quali vengono comminate – dice Borgarello – per multe l’indice di riscossione è molto basso e si aggira al 50%. Visto che è così difficile procedere alla riscossione di quanto dovuto perché non estendere anche ad altri settori quello che già avviene per la tassa sui rifiuti, la tari, dove chi non può pagare scatta il servizio di Cittadinanza attiva  e le persone svolgono lavori di pubblica utilità sul territorio comunale.”


L’assessore Luigi Basso ha comunicato che a questa ed altre domande risponderà nella prossima seduta del consiglio. Intanto è emerso un dato: fra tasse non pagate e crediti residui relativi anche agli anni addietro, il Comune di Diano marina deve riscuotere 8 milioni e mezzo di euro.

Riuscirà mai a recuperarli?