Intoppi burocratici e il tentennare della Regione Liguria, hanno impedito, finora, la cessione in comodato gratuito al comune di Diano Marina, da parte delle Ferrovie, di alcuni pezzi dell’ex sedime della Linea FS Andora-San Lorenzo che l’assessore ai lavori Pubblici Cristiano Za Garibaldi aveva chiesto subito dopo l’entrata in funzione del tracciato a monte.

Il vice sindaco, attraverso una serie di incontri avvenuti alla fine dell’anno, aveva subito incassato l’ok dalle Ferrovie, ma la Regione – ente al quale verranno ceduti i terreni che a sua volta li cederà ai comuni – aveva sollevato dubbi e perplessità di natura burocratica ponendo dei paletti che ne hanno rallentato l’iter.


In pratica voleva garanzie sulla provvisorietà della cessione in modo che questa non fosse vincolata ma il comodato potesse essere annullato o sciolto in qualsiasi momento.

“Abbiamo avuto diversi incontri – conferma il vice Sindaco di Diano Marina Cristiano Za Garibaldi – sia con le Ferrovie che con la Regione ma adesso la situazione è risolta. C’è l’accordo verbale per la cessione manca solo la firma. Per il Comune di Diano Marina si tratta di un intervento importante perché la cessione delle aree, anche se provvisoria al momento, ci consentirà di allargare notevole, se non addirittura triplicare il parcheggio a fianco della ex stazione (nella foto in alto- ndr) situato a pochi passi dal mare e dal centro storico e di aprire varchi in prossimità del campo sportivo e di altre zone.”

Sarebbe uno sviluppo importante per la città anche per i turisti che troverebbe più facilmente zone dove parcheggiare l’auto, purtroppo difficilmente tutto potrà essere allestito in occasione della vacanze estive, anche perché  la firma da parte della regione, pur essendo uan formalità, deve ancora avvenire.