Solo il corso extrascolastico di Laboratorio di arti espressive è in forte disavanzo, ma d’altro canto si tratta di un servizio che si sapeva già avrebbe dovuto essere in perdita, ma l’importo (8.200 euro) è certamente sopportabile per le casse del Comune, per il resto i servizi a domanda individuale realizzati dal Comune di San Bartolomeo al mare sono in buona salute e non cagionano alle case comunali un passivo ingente.

La mensa scolastica, ad esempio, ha un buon tasso copertura del 72, 54% che è abbastanza alto rispetto ad altri Comuni. A fronte di una spesa di 86.850 euro per la gestione della mensa scolastica, infatti il Comune ne incassa 63 mila.


Va decisamente meglio per la gestione del porto dove il comune spende 326 mila euro per la gestione e ne incassa 322.496 con un tasso di copertura del 98,92%.

A Gonfie vele invece la gestione dei parcheggi: la spesa è interamente coperta .