La città di Diano Marina si divide sull’arrivo dei migranti e mercoledì 22 marzo, sarà la giornata che sancirà praticamente questa divisione.

[wp_bannerize_pro orderby="random" categories="322"]

A circa due settimane di distanza dal pubblico consenso che la popolazione ha dato ai sindaci del Golfo che sono contro l’arrivo indiscriminato di profughi e sono scesi in piazza venerdì 10 marzo testimoniando la loro vicinanza agli amministratori (nella foto), mercoledì ci sarà un’ennesimo importante capitolo: alle 18 il consiglio comunale di Diano Marina approverà una mozione in cui si cercherà di impedire in tutti i modi di salvaguardare territorio e turismo da un flusso migratorio incontrollato.

No all’arrivo di profughi negli hotel dismessi e in altre strutture. Questo è l’obiettivo che la Giunta-Chiappori si prefigge di attuare e non per partito preso ma perché gli amministratori di Diano Marina e del Golfo Dianese, non hanno avuto le risposte che chiedevano dalla Prefettura e cioé quanti migranti sarebbero arrivati e per quanto tempo.

E la risposta “Non lo sappiamo” oppure “Fino a quando continueranno gli sbarchi” non ha senso perché rischia di mettere in grossa difficoltà luoghi che vivono di turismo.

Ecco perché l’Amministrazione comunale vuole tutelarsi mettendo in atto tutte le iniziative possibili per non trovarsi spiazzata.

Di diverso avviso, invece sono le associazioni che si occupano di accoglienza di migranti e che non guardano i numeri: per loro che ne arrivino cento o mille non cambia nulla e sono disposti ad accoglierli a prescindere.

Aifo, Associazione Mappamondo, Caritas Ventimiglia Sanremo Albenga Imperia, ARCI Imperia, Apertamente e Intersos organizzano una serata pubblica ore 20.45 presso la sala Don Piana a Diano Marina, in via Lombardi Rossignoli 25 dal titolo “A braccia aperte” e spiegheranno come funziona l’accoglienza.