Giuseppe Conte è sicuramente uno degli scrittori più apprezzati della provincia di Imperia, e ogni volta che si presenta in pubblico ammalia i presenti. E’ accaduto anche a Cervo, sabato scorso, dove l’artista imperiese, Maestro di poesia, ha dimostrato di essere in gran spolvero grazie anche alle sapienti e interessanti domande che la giornalista e presentatrice dell’evento, Viviana Spada gli ha rivolto, stuzzicando l’attenzione dei presenti.

Un pubblico attento e affascinato, per una manifestazione di grande livello culturale.


Nato ad Imperia nel 1945, Giuseppe Conte, scrittore, poeta e saggista, è stato editor di poesia per la casa editrice Guanda e ha scritto per diversi giornali e riviste nazionali. Ha prodotto e condotto un programma sulla poesia per la televisione italiana. Il suo primo libro di critica, La metafora barocca, è stato pubblicato nel 1972.

Conte è anche autore di romanzi, tra i quali: Il terzo ufficiale (tradotto in Francia e vincitore del Premio Hemingway), La casa delle onde (finalista al Premio Strega 2005 e tradotto in Francia), L’adultera (tradotto in Francia e vincitore del Premio Manzoni per il miglior romanzo storico dell’anno 2009) e Il male veniva dal mare(2013).

È anche traduttore di Blake, Shelley, Whitman e D.H. Lawrence.

Ha letto la sua poesia in oltre 30 paesi, dalla Francia alla Russia, dagli Stati Uniti all’Argentina, dalla Svezia al Marocco, dal Portogallo a Cuba, dalla Turchia all’India. I suoi libri sono tradotti in francese, inglese, russo, greco, ungherese, ceco, arabo e gaelico.

Nella foto di  gruppo, da  sinistra:  la moglie, Maria Rosa Teodori,  Viviana Spada, il M° Conte, la violoncellista Simona Colonna, il giovane poeta Francesco Occhetto, la presidente di Proarte Alessandra Berruti e la scultrice Marina Pepino.

cervo-spada-conte