Il sindaco di Diano Marina è stanco di essere isolato e a breve intende convocare una riunione con tutti i sindaci della provincia di Imperia per invitarli a collaborare insieme al fine di realizzare anche nel Golfo Dianese e a Imperia, una pista ciclabile che si colleghi a quella già esistente lunga 24 Km che parte da San Lorenzo al mare e dopo aver attraversato Santo Stefano, Riva Ligure, Arma di Taggia, Bussana e Sanremo, termina ad Ospedaletti.

E’ una delle piste più lunghe d’Europa, ma potrebbe essere sicuramente la più bella se partisse da Cervo, da Cervo e dopo aver costeggiato il mare prima sull’Aurelia e poi sull’Incompiuta, formasse un unico percorso.


Sarebbe qualcosa di incredibile che richiamerebbe turisti provenienti da ogni parte del Mondo, ma i soldi per mora non ci sono e il progetto sembra ben lungi dall’essere realizzato.

Per questo motivo il sindaco di Diano Marina, Giacomo Chiappori ha deciso che non è più il caso di stare a guardare chi la pista e le attrazioni (come il Casinò di Sanremo) ce le ha già ma bisogna darsi da fare ed agire.

Così ha deciso di “chiedere il conto” a quei Comuni che già beneficiamo di un turismo proveniente anche dal Golfo Dianese.

A far scattare la scintilla è stata l’inaugurazione della nuova linea ferroviaria e la possibilità (per ora remota) di entrare in possesso della vecchia linea ferroviaria, ormai inutilizzata.

“A breve – dice Chiappori – chiamerò tutti i sindaci del Ponente perché ritengo che quello della pista ciclabile non sia il problema di alcuni ma di tutti. Dobbiamo smettere di avere sindaci che gioiscono di quello che possiedono e sindaci che non hanno nulla e che non sono n’anche supportati da tutti gli altri.”

Chiappori si riferisce chiaramente all’elevato numero di turisti che ammontano a circa il 12% di tutto il turismo regionale, che arrivano nel Golfo Dianese e da qui poi vanno altrove.

“Tutti i sindaci – aggiunge il primo cittadino di Diano marina – devono pensare che facciamo un milione di presenze all’anno e non possiamo mandare sempre turisti a giocare al casinò, sulla pista ciclabile o a verso le altre attrazioni che si trovano nel Ponente senza avere almeno il supporto degli altri Comuni, affinché la pista ciclabile venga completata anche nel Golfo Dianese.”

Quando verrà fatta la pista ciclabile nel Golfo? Com’è stata pensata? Come verrà finanziata?

Sono le domande che si fa Chiappori e siccome i 7 Comuni del Golfo da soli non hanno la forza per chiedere il completamente di questa opera, il sindaco di Diano Chiede il riscontro degli altri sindaci: come Diano Manda a Sanremo i turisti a giocare, così gli altri comuni devono “ripagare” la cortesia sostenendo a gran forza la realizzazione della ciclabile nel Golfo.

“E’ un progetto che dobbiamo realizzare assieme – conclude Chiappori – perché questa è una provincia unica. Chiedo il supporto per la pista ciclabile perché venga completata. Questa non è l’opera di Chiappori, Capaci e Demichelis ma è l’opra di tutto il Ponente ligure che potrebbe avere un impensabile riscontro turistico a livello mondiale. Abbiamo avuto il treno, adesso cerchiamo di avere tutto il resto uniti, perché altrimenti ci si dimenticherà della provincia di Imperia per altri 30 anni. “