Nella tarda mattinata di sabato scorso i Carabinieri della Stazione di Ventimiglia Principale hanno arrestato A.G., un ventimigliese pluripregiudicato di 25 anni già sottoposto dalla scorsa estate alla misura degli arresti domiciliari per reati inerenti gli stupefacenti.

L’arresto è avvenuto a seguito di un normale controllo dei militari che, quotidianamente, si assicurano il regolare rispetto dei provvedimenti restrittivi imposti dall’Autorità Giudiziaria, e che invece il giovane aveva deciso arbitrariamente di violare.


Arrivati sotto casa, infatti, i militari non hanno ricevuto alcuna risposta dall’abitazione del 25enne e, dopo aver più volte insistito, hanno così deciso di attenderlo nelle vicinanze; l’attesa è durata più di 15 minuti quando A.G., in compagnia della fidanzata, ha fatto rientro a casa portando con sé delle buste della spesa. Il provvedimento che lo riguarda, però, non lo autorizza in nessun caso ad allontanarsi dalla propria abitazione, e designa un’altra figura per l’assolvimento delle sue necessità, come ad esempio fare la spesa.

Alla vista dei militari il giovane non ha potuto far altro che ammettere le proprie responsabilità, ben consapevole di aver commesso un reato. Dopo due notti passate in cella, nella mattinata odierna è prevista l’udienza di convalida presso il Tribunale di Imperia.