Nel primo pomeriggio di domenica  i Carabinieri della Stazione di Ventimiglia Alta hanno eseguito l’arresto di un migrante 19enne proveniente dalla Guinea, ospite del centro di accoglienza temporaneo allestito dalla Croce Rossa al Parco Roja.

I fatti si sono svolti proprio all’interno del parco, dove un gruppetto di extracomunitari erano impegnati in una acceso torneo di calcio balilla; a sfidarsi sono D.B., 19enne della Guinea, contro F.M., 18enne del Sudan, e per rendere il match ancora più avvincente decidono di scommetterci sopra una cifra in contanti seppur simbolica: 5,00 euro la posta in palio. L’incontro termina con la vittoria del guineano, che dunque recrimina il denaro conquistato sul campo; ma il sudanese non è dello stesso avviso e decide di non saldare il debito contratto con il rivale.


Da ciò nasce un violento alterco, che culmina con l’aggressione da parte del vincitore; un pugno secco sferrato all’altezza della bocca del 18enne ed entrambi finiscono a terra pieni di sangue.

Si perché i danni sono per entrambi: 4 denti saltati e lo spostamento della mandibola per il 18enne del Sudan, un taglio profondo alla mano destra causato dal conficcamento dei denti tra due dita per il 19enne della Guinea; entrambi sono stati medicati dal Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Bordighera.

La gravità delle lesioni inflitte al 18enne, guaribili in 35 giorni, ha costretto i militari in servizio di Ordine Pubblico presso il parco a procedere nei confronti di D.B., arrestato con l’accusa di lesioni personali aggravate dall’aver commesso il fatto per futili motivi e dall’aver cagionato un indebolimento permanente dell’organo masticatorio.

Al termine delle formalità, il giovane è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Imperia a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.