I militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Alessandria, nell’ambito della serrata attività di contrasto allo spaccio di stupefacenti nel capoluogo avviata negli ultimi mesi, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di spaccio di stupefacenti e detenzione ai fini di spaccio delle medesime sostanze, Desmond IKWUKA, 32enne di nazionalità nigeriana, sorpreso nella tarda serata di giovedì scorso mentre cedeva ad un connazionale di 23 anni alcune dosi preconfezionate di marijuana.

I militari, appostati in via Galileo Ferraris, nei pressi di un edificio all’interno del quale era stato segnalato un via vai di persone sospetto a tutte le ore della giornata, hanno notato il 23enne che, entrato nell’edificio, ne era uscito poco dopo e, con fare eccessivamente guardingo, cercava di allontanarsi rapidamente.


Fermato e perquisito, il giovane veniva trovato in possesso di tre “palline” di cellophane contenenti marijuana. A quel punto gli operanti, chiesto l’intervento sul posto di altre pattuglie, procedevano alla perquisizione dell’alloggio dove il 23enne si era recato a comprare lo stupefacente, all’interno del quale venivano identificate cinque persone, tra nigeriani e ghanesi, tutte richiedenti asilo. Uno di questi, successivamente identificato nel predetto Desmond IKWUKA, attirava immediatamente l’attenzione dei militari in quanto nonostante il loro ingresso questi rimaneva, impassibile, sdraiato su un letto. A fianco del giaciglio dell’uomo vi era un mobiletto al cui interno veniva rinvenuta una busta contenente ben 47 ”palline” contenenti marijuana, perfettamente identiche a quelle trovate, poco prima, in possesso del 23enne. Nella stessa busta vi erano, inoltre, numerosi ritagli di cellophane di forma circolare già pronti per confezionare ulteriori dosi di stupefacente

Sequestrato lo stupefacente, circa mezzo etto, Desmond IKWUKA veniva accompagnato in caserma ove, espletate le formalità di rito, veniva dichiarato in arresto e momentaneamente rinchiuso in camera di sicurezza sino a ieri mattina allorquando veniva condotto dinanzi all’Autorità Giudiziaria alessandrina che, convalidato l’arresto e rinviato il processo, ne disponeva l’immediata liberazione.

Il 23enne, invece, è stato segnalato alla Prefettura di Alessandria quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Nella foto la droga sequestrata