In provincia di Imperia non ne ha parlato quasi nessuno, ma quello che è successo ieri, mercoledì, a Genova, potrebbe essere molto importante per sviluppare ulteriormente il turismo a Diano Marina e di conseguenza migliora l’economica della città.

Ci riferiamo all’incontro che che si è svolto presso la Regione Liguria (nella foto) al quale hanno preso parte oltre 50 operatori che lavorano nel settore del turismo ligure. Per il Comune di Diano Marina era presente il responsabile dell’ufficio manifestazione Alberto Rivera che da tempo si occupa, oltre che dell’organizzazione degli eventi sul territorio, anche della promozione di Diano Marina, sia in Italia che all’estero.


rivera-alberto  “La riunione – ha dichiarato Alberto Rivera ad Oggi Cronaca –  è stata molto importante perché si sono gettare le basi per l’attività di promozione per il 2017  che comprenderà incontri all’estero con appositi buyers e operatori turistici dei Paesi che ci ospiteranno.”

Il sistema è molto semplice: attraverso la regione, l’agenzia di Promozione turistica regionale parteciperà con un proprio stand ai maggiore eventi nazionali ed esteri come ad esempio la Borsa Italiana del Turismo (BIT) a Milano, fiere analoghe a Lione in Francia, a Londra in Inghilterra e molte altre.  I comuni che decideranno di partecipare avranno un costo irrisorio (poche centinaia di euro) rispetto alle potenzialità che potrebbero derivare.

“Entro la fine dell’anno – conclude Rivera – la Regione manderà a tutti i comuni interessati l’elenco delle fiere e delle rassegne nazionali e internali a cui  a cui parteciperà nei primi 6 mesi del 2017 con un proprio stand e ogni comune, in base al proprio budget e alle sue esigenze (manifestazioni locali concomitanti ed altro – ndr) avrà a disposizione uno spazio all’interno di questo stand per promuovere le sue peculiarità e il turismo, come abbiamo già fatto recentemente a Bergamo e Utrech.”

La Giunta comunale di Diano Marina, sulla base dei fondi a disposizione e sentito anche il parere di Rivera stilerà un calendario con più partecipazioni possibili, perché è proprio il contatto con gli operatori turistici dal vivo e la promozione diretta del territorio, uno degli elementi più importanti per ampliare e far lievitare l’afflusso turistico che si ripercuoterebbe in modo sensibile con l’economia locale che ne trarrebbe sicuro vantaggio.