Un uomo di 38 anni si trova ricoverato alla camera iperbarica dell’ospedale di Novara in seguito ad una grave intossicazione da monossido di carbonio. Si tratta di un nordafricano che vive insieme ad altre persone in un alloggio in viale Scrivia 6 a Castelnuovo Scrivia.

Il fatto si è verificato alle 4 di stamattina, venerdì, quando è scattato l’allarme e sul posto è intervenuta l’ambulanza del 118 che ha immediatamente allertato i Vigili del Fuoco di Tortona perché come i sanitari sono entrati nell’alloggio hanno subito capito che all’interno mancava l’aria  e il malore che aveva colto il 38enne era dovuto sicuramente ad intossicazione da monossido di carbonio.


I Vigili del fuoco hanno subito avviato le indagini controllando gli strumenti utilizzati per il riscaldamento, poi sono riusciti a ricostruzione la dinamica dell’accaduto.

Secondo la prima sommaria ricostruzione la causa dell’intossicazione è da attribuire all’inegligenza dell’uomo che è andato in bagno probabilmente per lavarsi, ma sentiva freddo e così per scaldare l’ambiento ha portato all’interno un braciere. Il bagno era talmente piccolo che il braciere ha consumato tutto l’ossigeno presente in brevissimo tempo causando l’intossicazione dell’uomo che è stato trasportato prima all’ospedale di Tortona, poi vista la gravità della situazione, trasportato alla camera iperbarica di Novara.

Per precauzione anche altre tre persone che vivevano con lui nell’alloggio sono state portate per in un controllo in ospedale, ma per fortuna nessuno di loro ha dovuto trattenersi o essere ricoverato e hanno potuto rientrare a casa.