Da tempo i carabinieri ricevono denunce di furti e danneggiamenti di auto in sosta. Gli ultimi episodi si sono verificati nella notte tra martedì e mercoledì, quando qualcuno ha preso di mira le auto in via Fiamberti (nella foto una di queste) spaccando i finestrini per cercare di rubare qualcosa all’interno.

 

Il Comandante dei Carabinieri di Tortona maggiore Carlo Giordano

Il Comandante dei Carabinieri di Tortona maggiore Carlo Giordano

Quello che con ogni probabilità potrebbe essere il ladro, si è poi spostato in via Arzani e qui è stato preso dai Carabinieri che da giorni ormai avevano registrato un aumento di questi furti notturni nelle auto in sosta ed hanno avviato una serie di controlli straordinari che finalmente hanno avuto successo.


Alle prime luci dell’alba di oggi, mercoledì, infatti, i  militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Tortona al comando del maggiore Carlo Giordano sono riusciti, ad arrestare, in flagranza dell’ennesimo furto ai danni di un’auto, quello che gli investigatori ritengono possa definirsi una sorta di autore seriale di questo tipo di reati.

L’uomo, R.G., pregiudicato 42enne residente in città, è stato preso dopo un breve tentativo di fuga a piedi nei pressi di via Arzani dove poco prima era stato sorpreso dai militari, appostati nelle vicinanza, nell’atto di infrangere il vetro del finestrino di un’Audi A4 parcheggiata nella zona.

All’intimazione dell’ormai classico “fermo carabinieri!”, il 42enne ha cominciato a correre nel tentativo di scappare ma è stato isneguito dai carabinieri che lo hanno raggiunto e ammanettato.

Immediati accertamenti hanno consentito di scoprire che l’uomo, nella stessa notte, prima di essere fermato aveva commesso ben altri due analoghi furti ai danni di due BMW, una 320 ed una 520, parcheggiate non molto distante da via Arzani, rispettivamente di proprietà di un 50enne ed un 56enne del luogo.

La successiva perquisizione ha consentito il rinvenimento addosso all’uomo di diversi oggetti/arnesi atti sia ad offendere che allo scasso, posti sotto sequestro unitamente ad alcune dosi di sostanze stupefacenti, cocaina e hashish.

Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in arresto e rinchiuso nelle camere di sicurezza della Stazione dei Carabinieri di Tortona dove è tuttora recluso in attesa di essere condotto, nella mattinata di giovedì, dinanzi all’Autorità Giudiziaria.

Dovrà rispondere dei reati di: furto aggravato, continuato; porto ingiustificato di oggetti atti ad offendere e detenzione illecita di sostanze stupefacenti.

Con l’arresto odierno, considerate le circostanze di tempo e di luogo ed il modus operandi del malfattore, i militari ritengono di aver conseguito un importante risultato nell’azione di contrasto al fenomeno dei furti su auto nel comune di Tortona.