Ci saranno più o meno treni che fermeranno a Diano Marina con l’inaugurazione della nuova linea ferroviaria Andora – San Lorenzo al mare prevista per Domenica 11 dicembre.

La domanda non è peregrina anche perché se oggi nel Golfo dianese ci sono due stazioni, una a Diano Marina e l’altra a Cervo –San Bartolomeo dove però fermano molti meno convogli, con l’inaugurazione del nuovo tracciato il Golfo avrà un’unica stazione che seppur denominata Diano Marina, in realtà si trova a Diano San Pietro, a circa tre Km dal mare.


La nuova linea, trasferita a monte rispetto al tracciato attuale, sarà inaugurata in concomitanza con il nuovo orario invernale che entrerà in vigore, appunto, il prossimo 11 dicembre.

L’attivazione del raddoppio sembra prevedere delle novità sulla programmazione dell’offerta ferroviaria sulla tratta Ventimiglia- Savona, connesse all’attivazione del raddoppio Andora- San Lorenzo, con un treno ogni ora, invece di uno ogni due e la riduzione dei tempi di percorrenza nella tratta del ponente ligure da un minimo di 9 minuti fino a 15 minuti.

Queste le voci che circolano, ma in realtà il nuovo orario è ancora in fase di predisposizione, inoltre, bisognerà vedere se i lavori di allargamento del sottopasso di Diano Marina verranno effettuati in tempo e il numero di mezzi che Riviera Trasporti intenderà utilizzare per garantire i collegamenti tra la nuova stazione e l’abitato.

Altro aspetto non trascurabile sono i tempi di percorrenza per raggiungere la nuova stazione e i costi: adesso la stazione ferroviaria di Diano Marina è situata è nel cuore della città e gli utenti scendono vicino agli alberghi, poi sarà sperduta. Insomma una serie di problemi tutti da affrontare e una situazione futura da verificare che – crediamo – non mancherà di sollevare proteste da parte degli utenti.